Ione (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ione
Nome orig.Ἴων
SessoMaschio
ProfessioneRe di Egialo

Ione (in greco antico: Ἴων, Ion) è un personaggio della mitologia greca, figlio di Suto e di Creusa, è fratello di Acheo[1][2] ed è padre di Bura (avuta dalla moglie Elice, figlia di Selino[3]).

Euripide, nella tragedia Ione, scrive che Ione è figlio di Creusa e di Apollo che poi, sotto forma di oracolo disse a Suto che la prima persona che avesse incontrato uscendo dal santuario di Delfi sarebbe stato suo figlio[4].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Ione è considerato l'eponimo della stirpe degli Ioni[1] (i primi elleni ad invadere l'antica Grecia, considerati però elleni di seconda generazione poiché fecero proprio il pantheon religioso dei pelasgi).

Selino, il re di Egialo (in Acaia), per evitare una guerra offrì a Ione la mano di sua figlia Elice e quando questi morì, Ione ne divenne il successore fondando la città di Elice, nome che prese da sua moglie.
Durante la guerra tra Eleusi ed Ateniesi, Ione intervenne a favore di Atene (che vinse), ma rimase ucciso e fu sepolto in Attica[3][5].

Sua figlia Boura è considerata l'eponimo della città di Boura[6] che sorgeva nei pressi dell'attuale Patrasso.

I suoi discendenti furono in seguito cacciati dagli Achei (i discendenti del fratello Acheo)[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca