Ponte tibetano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un ponte tibetano lungo la via ferrata delle aquile

Il ponte tibetano è una struttura di collegamento costituita da una fune che ha funzione di marciapiede e da due funi/mancorrenti laterali superiori distanziate di circa un metro da quella marciapiede.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Altro ponte lungo la ferrata Tridentina

Le tre funi, poste a triangolo, sono solidarizzate da stralli laterali distanziati l'uno dall'altro da 50 a 100 cm. In una tale struttura l'oscillazione è inversamente proporzionale al carico di tensione: più tese sono le funi, più stabile è il ponte, in quanto si riducono le oscillazioni laterali, in particolar modo nella sezione centrale.

Record[modifica | modifica wikitesto]

Ponte tibetano di Castelsaraceno, Basilicata

Secondo il libro del Guinness dei primati il ponte tibetano più lungo del mondo sarebbe quello costruito tra il promontorio di Santa Margherita a Procida e l'isolotto di Vivara. Il ponte, lungo 362 metri, fu realizzato tra il 2 e il 10 luglio 2001 utilizzando 40 tubi Innocenti, 40 morsetti, 34 picchetti di un metro e mezzo, 2.500 metri di corda, 500 m di cavi d'acciaio, 1 trivella e 1 verricello. Tuttavia il Ponte tibetano Cesana Claviere risulta ancora più lungo (pubblicizzato come il più lungo del mondo) è stato costruito fra i comuni di Cesana Torinese e Claviere. La struttura è composta da un primo tratto di 70 metri immediatamente seguito da un ponte sospeso della lunghezza di 408 metri. Al quale è stato aggiunto un ulteriore tratto di 90 m per un totale complessivo di 560 m circa.[1]

Nel settembre 2016 un nuovo ponte tibetano è stato aperto al pubblico nelle Prealpi vicentine presso Valli del Pasubio.[2]

Nel luglio 2021 è stato inaugurato nel comune di Castelsaraceno (PZ) un ponte tibetano tra due parchi nazionali basilicatesi che, con una lunghezza di 586 metri, è, attualmente, il ponte tibetano più lungo al mondo.[3][4] Il percorso si snoda con un collegamento aereo tra il centro abitato del paese, con partenza dall'antica torre Saracena, fino ad un promontorio situato nella gola del torrente Racanello che scorre alla pendici del borgo, il cui territorio è compreso tra il Parco nazionale del Pollino e il Parco nazionale dell'Appennino Lucano-Val d'Agri-Lagonegrese.

Il ponte tibetano più alto d'Europa si trova invece in Valtellina, sospeso a oltre 140 metri di altezza[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ponte Tibetano Gorge di San Gervasio Claviere
  2. ^ http://www.ilgiornaledivicenza.it/territori/schio/valli-del-pasubio/si-cammina-sospesi-a-30-metri-col-ponte-tibetano-1.5093579
  3. ^ È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo, su lagazzettadelmezzogiorno.it, 31 luglio 2021. URL consultato il 13 agosto 2021.
  4. ^ Il 31 luglio inaugurazione Ponte tra i due Parchi, il ponte tibetano più lungo del mondo a Castelsaraceno, su sassilive.it, 26 luglio 2021. URL consultato il 13 agosto 2021.
  5. ^ Valtellina - www.valtellina.it, Inaugurazione del Ponte Tibetano più Alto d'Europa - Valtellina, su www.valtellina.it. URL consultato il 24 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]