Pieter van Musschenbroek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pieter van Musschenbroek

Pieter van Musschenbroek (Leida, 14 marzo 1692Leida, 19 settembre 1761) è stato un fisico olandese.

Fu membro di una famiglia di fonditori di ottone e di costruttori di strumenti scientifici. Studiò nell'Università di Leida dove, nel 1715, si addottorò in medicina. Conseguì poi un dottorato in filosofia e si occupò di matematica. Fu dapprima professore a Duisburg, poi a Utrecht e infine a Leida, dove insegnò filosofia sperimentale succedendo a Willem Jacob 's Gravesande (1688-1742). Scrisse diversi trattati di fisica newtoniana, che divennero assai popolari e che si caratterizzarono per il sistematico ricorso ad apparati sperimentali. La sua fama attirò in Olanda numerosi studiosi tra i quali l'abate Jean-Antoine Nollet (1700-1770). Jan van Musschenbroek (1684-1748), fratello di Pieter, fu l'artefice di molti degli strumenti illustrati nei testi di 's Gravesande.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN12454678 · LCCN: (ENn85049175 · ISNI: (EN0000 0000 8076 3753 · GND: (DE118785516 · BNF: (FRcb13475113j (data) · CERL: cnp01259692