Pieria (regione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pieria

La Pieria (in greco antico: Πιερία) è una antica regione della Macedonia meridionale che si estendeva lungo le coste del golfo di Salonicco tra la Bottia a nord e la Tessaglia a sud.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio, prevalentemente pianeggiante, era delimitato dai fiumi Aliacmone a nord e Peneo a sud e dai Monti della Pieria e dal monte Olimpo rispettivamente a nord-ovest e sud-ovest.

Le principali città si trovavano lungo la costa dell'Egeo:

Nella parte più interna si trovavano:

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la mitologia greca, nella Pieria erano state generate[1] le Muse. Qui, nel villaggio di Pimpleia, presso Dion, la musa Calliope diede alla luce Orfeo.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In epoca arcaica la zona era abitata da una tribù tracia chiamata appunto Pierii. Questi furono scacciati dai macedoni nel VII secolo a.C. ed andarono a stabilirsi in una regione costiera della Tracia a est dello Strimone presso il Pangeo, che venne chiamata Pieria di Tracia o Pieris.

Successivamente nella regione si insediarono alcune colonie greche fra cui la più grande fu Metone (appartenente alla Lega di Delo) e Pydna.

Nel IV secolo a.C. la regione fu conquistata da Filippo II ed entrò a far parte del Regno di Macedonia.

Nel II secolo a.C., alla conclusione della terza guerra macedonica la regione cadde sotto l'egemonia divenne romana e nel 146 a.C. entrò a far parte della provincia di Macedonia.

Nel 293 d.C. con la riforma di Diocleziano, la regione passo sotto il controllo della diocesi delle Mesia e nel 476 d.C. alla caduta dell'impero romano, divenne parte dell'impero Bizantino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Esiodo, Teogonia, incipit.
  2. ^ Strabone, Geografia, 7. Fr. 18

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia