Pierangelo Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pierangelo Ferrari

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV e XVI Legislatura
Gruppo
parlamentare
PD
Circoscrizione Lombardia 2
Incarichi parlamentari
Commissione Affari Costituzionali
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in lettere moderne
Professione Docente

Pierangelo Ferrari (Brescia, 6 gennaio 1951) è un politico italiano e docente di scuola superiore, deputato del Partito Democratico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si laurea in Lettere moderne presso l'Università statale di Milano nel 1975. È sposato e padre di una ragazza. Dopo una esperienza nel movimento dei Consigli di quartiere, si iscrive al Partito Comunista Italiano nei primi anni settanta.

Nel partito si occupa di corsi di formazione politica, di cultura e di politiche per la scuola e per l'università.

Negli anni ottanta fa parte del Consiglio di amministrazione del Centro Teatrale Bresciano, un teatro a gestione pubblica, e viene eletto nel Consiglio provinciale di Brescia.

Nel 1990 viene eletto ultimo segretario del Partito Comunista Italiano di Brescia e l'anno successivo diventa il primo segretario provinciale del neonato Partito Democratico della Sinistra.

Da segretario, nel 1992, porta un ex PCI per la prima volta nella storia di Brescia, al governo della città con un sindaco PDS, Paolo Corsini.

Qualche mese dopo viene eletto segretario regionale della Lombardia ed entra nella Direzione nazionale del Partito Democratico della Sinistra.

Sempre nel 1992 gestisce l'operazione che porterà all'ingresso del PDS nella Giunta regionale (prima e unica volta della sinistra nella storia della Lombardia) e alla presidenza Ghilardotti (PDS).

Nel 1995 è eletto consigliere regionale nelle liste del Partito Democratico della Sinistra, capolista nella Circoscrizione di Milano.

Viene rieletto consigliere regionale nel 2000, sempre come capolista nella Circoscrizione di Milano, e diventa presidente del gruppo consiliare dei Democratici di Sinistra.

Nel 2005 terminati i due mandati in regione, torna all'insegnamento presso l'IT “Lunardi” di Brescia.

Nel 2006 è eletto parlamentare alla Camera dei deputati nella lista de L'Ulivo, nella Circoscrizione Lombardia 2; è componente della I Commissione ([Affari costituzionali][1]) e membro indicato dal proprio gruppo nel Comitato per la legislazione (10 componenti, 5 di maggioranza e 5 di opposizione).

Nel 2008 viene rieletto parlamentare alla Camera dei deputati nella lista del Partito Democratico, nella Circoscrizione Lombardia 2; è componente della I Commissione ([Affari costituzionali][1]) e membro della [Commissione parlamentare per la semplificazione della legislazione][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Copia archiviata, su camera.it. URL consultato il 3 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2008).
  2. ^ parlamento.it - Commissione parlamentare per la semplificazione - Nota introduttiva - 16 legislatura

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • www.pierangeloferrari.it, su pierangeloferrari.it. URL consultato il 3 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2008).
Controllo di autoritàVIAF (EN6146332841718730636 · ISNI (EN0000 0004 5980 8573 · LCCN (ENno2016057874 · GND (DE1100064591 · BNF (FRcb170934344 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2016057874