Picco Mera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Picco Mera
Mera Peak Zatr La.JPG
StatoNepal Nepal
RegioneHinku Valley, Nepal
Altezza6 476 m s.l.m.
Prominenza1 063 m
CatenaMahalangur Himalaya
Coordinate27°42′33″N 86°52′06″E / 27.709167°N 86.868333°E27.709167; 86.868333Coordinate: 27°42′33″N 86°52′06″E / 27.709167°N 86.868333°E27.709167; 86.868333
Data prima ascensioneMera Centrale: 20 Maggio 1953
Mera Nord: 1975
Autore/i prima ascensioneMera Centrale: Col, J.O.M Roberts e Sen Tenzing;
Mera Nord: Marcel Jolly, G. Baus e L. Honills
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Nepal
Picco Mera
Picco Mera

Il Picco Mera è una montagna nella sezione Mahalangur Himal, nella sottosezione Barun dell'Himalaya e amministrativamente nella zona Sagarmatha del Nepal, nel distretto di Solukhumbu. A 6.476 metri (21.247 piedi) è classificato come picco da trekking. Contiene tre principali vette: Mera Nord, 6.476 metri (21.247 piedi); Mera Centrale, 6.461 metri (21.198 piedi); e Mera Sud, 6.065 metri (19.898 piedi), nonché una più piccola "cima da trekking", visibile come una vetta distinta da sud, ma non segnata sulla maggior parte delle mappe della regione.

La prima ascesa del Mera Centrale fu il 20 maggio 1953 dal colonnello Jimmy Roberts e dallo sherpa Sen Tenzing (che era soprannominato The Foreign Sportsman).[1] Roberts fu pesantemente coinvolto nella creazione dell'industria del trekking in Nepal nei primi anni '60.[2] Ha ricevuto il "Sagarmatha (Everest) National Award" dal governo nel maggio 2005. Mera Nord è stata scalata per la prima volta dagli alpinisti francesi Marcel Jolly, G. Baus e L. Honills nel 1975.[3] La regione fu esplorata per la prima volta dalle spedizioni britanniche nei primi anni '50 prima e dopo l'ascesa dell'Everest. I membri di quelle squadre includevano Edmund Hillary, Tenzing Norgay, Eric Shipton e George Lowe.[4]

Dalla vetta sono visibili cinque cime di 8.000 m: Monte Everest, Lhotse, Cho Oyu, Makalu e Kangchenjunga, così come molte altre vette himalayane. Il percorso standard da nord prevede l'attraversamento del ghiacciaio in alta quota. Le facce ovest e sud del picco offrono percorsi tecnici più impegnativi.

Per gli scalatori esperti è un'ascesa tecnicamente semplice, l'ostacolo principale è la corretta acclimatazione all'alta quota. Questi motivi fanno del Picco Mera una destinazione molto popolare, con molte compagnie di tour d'avventura che offrono escursioni guidate in montagna per clienti con poca o nessuna esperienza alpinistica.[5] Tutti gli scalatori sono invitati a prendere parte al fitness preparativo e all'allenamento in quota prima di tentare un'ascensione.

Nel 1986 Mal Duff e Ian Tattersall fecero la prima salita del pilastro sud-ovest.[6] Il percorso è lungo circa 1.800 metri (5.900 piedi) e classificato a ED inf. L'avvicinamento alla base del pilastro è estremamente esposto alla caduta del seracco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberts, J.O.M., South of Everest (in "Everest, 1953" by Charles Wylie), in Himalayan Journal, vol. 18, 1954, pp. 59–64.
  2. ^ Isserman, Maurice & Weaver, Stewart. Fallen Giants: A History of Himalayan Mountaineering from the Age of Empire to the Age of Extremes. Yale University Press, 2008, p.381
  3. ^ O'Connor, Bill. The Trekking Peaks of Nepal. The Crowood Press, 1989, p.32
  4. ^ Shipton, Eric. That Untravelled World. Hodder and Stoughton, 1969, pp.183-214
  5. ^ Peak Climbing and Expedition in Nepal|Mera peak expedition|Island peak Expedition|Lobuche Peak Expedition|Pisang Peak Expedition|Chulu East|Ganga La Chuli|Hiunchuli Peak|Khongma Tese|, su guidenepal.com, 22 dicembre 2008. URL consultato il 29 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2008).
  6. ^ Duff, Mal, The Other Side of the Mera: The First Ascent of the SW Pillar of Mera Peak (6487m), Hinku Valley, Nepal (PDF), in Alpine Journal, 1987, pp. 89–91.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239649190 · GND (DE4624841-9
Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia