Municipalità del Nepal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le municipalità del Nepal costituiscono il terzo livello amministrativo del paese e sono state costituite a partire dal 2015 in seguito all'entrata in vigore della nuova costituzione.

Le municipalità sono in tutto 753, molte sono costituite dall'aggregazione dei pre-esistenti Comitati per lo sviluppo dei villaggi (VCD)[1].

Le municipalità si distinguono fra municipalità cittadine (293) e municipalità rurali (in nepalese गाउँपालिका, traslitterato in Gaunpaulika) che sono 460.

Municipalità cittadine[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Città del Nepal.

Le municipalità devono rispettare dei criteri minimi di numero di abitanti e presenza di infrastrutture. In tutto sono 293 categorizzate in tre livelli:

  • Città metropolitane (Mahanagarpalika)
  • Città sub-metropolitane (Upmahanagarpalika)
  • Municipalità (Nagarpalika)

Le città metropolitane sono sei: la capitale Katmandu con Bharatpur, Biratnagar, Pokhara, Lalitpur e Birgunj. Le città sub-metropolitane sono 11 e le municipalità sono 276.

Municipalità rurali[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Gaunpalika.

Le municipalià rurali (gaunpalikas) sono 460 e furono create nel 2017 per rimpiazzare i Comitati per lo sviluppo dei villaggi (VDC). Gi scopi e le funzioni rimangono sostanzialmente gli stessi, sono però state aumentate le dimensioni, i bilanci e i diritti di esazione di tasse e entrate. Una municipalià rurale è di solito composta da più ex-VDC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) New local level structure comes into effect from today, su www.thehimalayantimes.com, The Himalayan Times, 10 marzo 2017. URL consultato il 15 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]