Phallostethidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phallostethidae
lang=it
Neostethus lankesteri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Atheriniformes
Famiglia Phallostethidae
Generi e specie

Vedi testo

Immagine generica di un Phallostethidae maschio in cui è ben visibile l'organo copulatore in posizione giugulare

Phallostethidae è una famiglia di pesci ossei d'acqua dolce, salmastra e, raramente, marina appartenente all'ordine Atheriniformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

I Phallostethidae sono diffusi nelle acque dolci e salmastre dell'Asia sudorientale tropicale. Alcune specie si spingono in acque marine costiere[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In questi pesci il corpo è allungato e compresso. La bocca può allungarsi a tubo. Gli esemplari viventi hanno il corpo traslucido. La caratteristica più evidente è il complesso organo copulatore (denominato priapium) posto nella regione della gola del maschio e derivante dalle pinne pelviche. Le pinne ventrali sono invece del tutto assenti nelle femmine[1].

Le dimensioni sono molto piccole, solo raramente superano i 3 cm[2].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La fecondazione è interna. Le uova sono provviste di filamenti adesivi[1].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci