Palazzo Demidoff-Amici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Palazzo Amici-Demidoff)

Coordinate: 43°45′53.01″N 11°15′38.06″E / 43.764725°N 11.260572°E43.764725; 11.260572

Palazzo Demidoff-Amici
Il cortile

Palazzo Demidoff-Amici si trova in via dei Renai, con un facciata posteriore anche in via San Niccolò, a Firenze. Qui ebbero la loro prima residenza, dopo il 1822, i Demidoff, famiglia russa che col suo colto mecenatismo e sfarzoso collezionismo influenzò profondamente la cultura fiorentina nel XIX secolo.

Il palazzo attuale deve il suo aspetto soprattutto al rimaneggiamento creato dall'architetto Alfonso Parigi il Giovane nel XVII secolo.

La facciata principale si deve agli interventi ottocenteschi che ridisegnarono questa zona, dopo la demolizione di mulini che caratterizzavano questa parte di città vicina all'Arno.

Il pian terreno riproduce il bugnato con un portale centrale ed altre cinque sagome ad arco, identiche nelle dimensioni al portale, che però ospitano altre aperture. Oltre la doppia cornice marcapiano e marcadavanzale si trova una fila di sei finestre architravate, sormontate da altrettante finestre rettangolari al secondo piano.

La parte più interessante del palazzo è il cortile interno, porticato su due lati con archi a tutto sesto e volte a crociera, chiuso verso sud da una parete con arcate cieche su colonne e sul lato est da una parete su cui sporgono peducci alcune volte che reggono l'avancorpo al primo piano. Impostato nel tipico stile fiorentino, il cortile ha colonne in pietra serena con capitelli tuscanici decorati da rosette; al centro si trova un'antica vera da pozzo, mentre sul lato verso l'entrata sono poste alcune statue (tre busti e un leone marmoreo). I prospetti interni riprendono quelli della facciata.

La facciata su via San Niccolò è la più antica, con portali e finestre decorati da cornici in pietra a "goccia", con conci disposti a raggiera.

Oggi il palazzo ospita una struttura alberghiera.

Sulla facciata una targa ricorda lo scienziato Giovanni Battista Amici:

« Giovan Batista Amici nato il 23 marzo 1786 a Modena moriva il 10 aprile 1863 a Firenze ove molti anni professò astronomia esimio artefice e perfezionatore del telescopio e del microscopio che tanti gli svelò segreti di natura uomo di liberi sensi di virtù antiche di semplici costumi profondamente religioso della patria amantissimo il municipio alla casa di lui poneva »

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.
  • Claudio Paolini, Architetture d'Oltrarno. Da piazza Giuseppe Poggi a piazza Santa Maria Soprarno, Edizioni Polistampa, Firenze 2010.
  • Vedi anche la bibliografia su Firenze.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze