Ottaviania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Ottaviania
Immagine di Ottaviania mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Lutjanidae
Genere Ottaviania

L'ottaviania (gen. Ottaviania) è un pesce osseo estinto, appartenente ai perciformi. Visse nell'Eocene medio (circa 49 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Italia, nel famoso giacimento di Bolca.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce era di piccole dimensioni, e solitamente non superava la lunghezza di 15 centimetri. Il corpo era snello e dotato di una testa alta e grossa in relazione al corpo; gli occhi erano grandi e le fauci erano ampie. La pinna dorsale anteriore iniziava appena dopo la testa ed era sostenuta da forti spine; di forma nastriforme e allungata, era seguita da una seconda pinna dorsale di piccole dimensioni, sostenuta da raggi più sottili. La pinna anale era posizionata direttamente sotto la seconda pinna dorsale ed era di forma e dimensioni simili. La pinna caudale, profondamente biforcuta, era dotata di due lobi piuttosto stretti. Ottaviania era inoltre caratterizzato da una caratteristica unica, ovvero l'ultima costola pleurale dotata di una flangia particolarmente larga.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Ottaviania venne descritto per la prima volta nel 1983 da Lorenzo Sorbini, sulla base di resti fossili ottimamente conservati provenienti dal famoso giacimento di Bolca, in provincia di Verona; la specie tipo è Ottaviania mariae. Inizialmente Ottaviania venne attribuito generalmente ai Perciformes, nel sottordine Percoidei, ma la breve descrizione che ne fece Sorbini non fu sufficiente a stabilirne le strette affinità. Successivi studi determinarono ulteriori caratteristiche e indicarono che Ottaviania era un membro della famiglia Lutjanidae (Bannikov, 2004). Successivamente venne attribuita al genere Ottaviania un'altra specie, sempre proveniente dal giacimento di Bolca, O. leptacantha (Bannikov, 2006); questa specie era stata descritta precedentemente da Louis Agassiz nel 1839 come Dentex leptacanthus.

Paleoecologia[modifica | modifica wikitesto]

È possibile che Ottaviania fosse un predatore che viveva nei pressi del fondale, come gli attuali lutianidi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Agassiz L. 1833-1844. — Recherches sur les poissons fossiles. Petitpierre, Neuchâtel, 5 vols.
  • Sorbini L., 1983. La collezione Baja di pesci e piante fossili di Bolca. Museo Civico di Storia Naturale, Verona: 117 pp.
  • Bannikov A.F., Zorzin R. 2004. Redescription and affinities of the Eocene percoid fish Ottaviania mariae Sorbini, 1983 from Bolca, northern Italy. Miscellanea paleontologica n. 7. Studi e Ricerche sui Giacimenti Terziari di Bolca, 10: 75-82
  • Bannikov, A.F. 2006. Fishes from the Eocene of Bolca, northern Italy, previously classified in the Sparidae, Serranidae and Haemulidae (Perciformes). Geodiversitas, vol. 28, no. 2, pp. 249–275
  • A. F. Bannikov. 2014. The systematic composition of the Eocene actinopterygian fish fauna from Monte Bolca, northern Italy, as known to date. Studi e ricerche sui giacimenti terziari di Bolca, XV - Miscellanea paleontologica 12:23-34
  • G. Carnevale, A. F. Bannikov, G. Marramá, J. C. Tyler, and R. Zorzin. 2014. The Pesciara-Monte Postale Fossil-Lagerstätte: 2. Fishes and other vertebrates. Rendiconti della Società Paleontologica Italiana 4:37-63