Osteoderma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Osteoderma dell'estinto coccodrillo Deinosuchus

L'osteoderma è una struttura protettiva presente in un numero limitato di rettili, tra cui le tartarughe, e in alcuni gruppi di mammiferi.

Viene chiamata più comunemente corazza ed è formata da placche ossee, sormontate dal derma, che è ricoperto a sua volta da fanere.

Queste ossificazioni non corrispondono allo scheletro e si trovano in diversi generi non imparentati, come dinosauri come ceratosaurus, mammiferi come Mylodon e rettili come archosauri.

La funzione varia anche da difensiva a far parte del corteggiamento riproduttivo.

Nei coccodrilli la funzione principale che svolge è quella di catturare il calore, come se fossero celle solari; Così, quando il sangue attraversa queste strutture ossee, si riscaldano e quindi distribuiscono il calore in tutto il corpo per poter svolgere le loro attività quotidiane e il metabolismo perché questi poichilotermi hanno bisogno di calore per svolgere tutte le loro attività.

Primo piano della pelle dell'eloderma, che rivela i suoi osteodermi

È anche una protezione inestimabile nel caso dei coccodrilli contro i loro nemici poiché presenta un guscio di questi osteodermi che copre l'intera schiena e persino la testa.

Guscio di tartarughe[modifica | modifica wikitesto]

La struttura, la forma e la colorazione del guscio di tartaruga varia da una specie all'altra. Sono composte da spesse placche ossee interne, ossificazioni del derma saldate alle vertebre e alle costole; Un'eccezione sono le specie della famiglia Trionychidae, in cui queste placche sono ridotte o cartilaginee (ricche di calcio). Alcune di queste placche derivano da antiche ossa della cintura pectosal, in particolare le clavicole e le interclavicole. Uno dei seguenti rivestimenti è distribuito su queste placche ossee:

  • Pelle particolarmente consistente, quasi coriacea (simile alla Cuoia).
  • Piastre di cheratina cornea, paragonabili alle scaglia di altri rettili.
  • Osteopati o scudi ossei, ricoperti da un sottile strato corneo
  • leggermente calcificata (solo nel caso delle tartarughe, cioè la famiglia Testudinidae).
Scheletro di armadillo con conchiglia, costituito da osteodermi esposti al Museo di Osteologia.

La conchiglia è composta da due regioni:

  • Schienale: è la parte superiore o dorsale (detta anche "conchiglia"); È composto da cinque file di piatti; quella centrale o neurale, in posizione mediana, fiancheggiata su ogni lato dalle file costali, che a loro volta sono affiancate dalle file marginali.
  • Plastron: è la parte inferiore o ventrale (detta anche "petto").

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Carroll, R. L. 1988. Vertebrate Paleontology and Evolution. W. H. Freeman and Company.