Orient Watches

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orient Watches
Logo
Stato Giappone Giappone
Fondazione 1950 a Tokyo
Fondata da Shogoro Yoshida
Sede principale Giappone Tokyo
Gruppo Epson (Seiko)
Persone chiave Jun Watanabe presidente
Settore Manifattura
Prodotti Orologi
Dipendenti 640 (2009)
Sito web

La The Orient Watch Company, Limited (オリエント時計株式会社 Oriento Tokei Kabushikigaisha?) (anche conosciuta come Orient) è una casa giapponese produttrice di orologi da polso, specializzata in orologi automatici; insieme alla Citizen Watches, alla Casio e alla Seiko è una delle quattro principali aziende del settore nel suo paese

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda nasce nel 1901 con il nome Orient, ad opera di Shogoro Yoshida, come rivendita all'ingrosso di orologi nel centro di Tokyo. Dal 1950 l'azienda si espande e viene fondata l'attuale Orient Watches. La Orient è la quarta casa giapponese per importanza, ma mentre le altre case produttrici, a seguito dell'introduzione del movimento al quarzo, hanno orientato la maggior produzione verso i meccanismi di nuova concezione, la Orient ha preferito continuare a produrre principalmente orologi automatici.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La casa si distingue dunque per la produzione di orologi di precisione con movimento a carica meccanica, o meglio automatica.[1] Pur producendo meccanismi autonomamente (fatta eccezione per il movimento "Light Powered", realizzato su concessione Citizen), la Orient Watches è gestita in gran parte dalla Citizen e in piccola parte anche dalla Seiko.

Attualmente, nel 2009, gli orologi con movimento automatico rappresentano circa il 70% della produzione Orient, seguiti da quelli con movimento al quarzo (circa il 25%) e da quelli con movimento "Light Powered", ossia l'equivalente del "Movimento a carica di luce" (in cui la pila viene ricaricata tramite l'esposizione alla luce) che la Citizen ha messo a disposizione per la sua "quota" investita con la Orient.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Orologi Orient

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN260373038