Orchestra sinfonica di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Orchestra sinfonica di Roma
Osr 2b.jpg
Logo dell'orchestra
Paese d'origineItalia Italia
GenereMusica classica
Periodo di attività musicale2002 – in attività
Sito ufficiale

L'Orchestra Sinfonica della Fondazione Cassa di Risparmio di Roma nasce ufficialmente nel novembre 2002. La Fondazione Cassa di Risparmio di Roma, finanziatore unico dell'Orchestra, ha dato incarico alla Fondazione Arts Academy, Accademia Internazionale di Musica in Roma, per la redazione del Progetto e per la gestione dell'Orchestra.

Il Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Ideatore del progetto, Direttore del Corso di Formazione e Direttore Musicale dell'Orchestra è Francesco La Vecchia. L'Orchestra è un esempio di orchestra sinfonica a gestione completamente privata. L'Orchestra era formata da 75 strumentisti.

Curriculum[modifica | modifica wikitesto]

L'Orchestra Sinfonica di Roma nasce nel 2002 sostenuta unicamente dalla Fondazione Roma erappresenta uno dei rari esempi in Europa di orchestra sinfonica a gestione completamente privata. Fin dagli esordi è stata riconosciuta dalla critica internazionale come una formazione di grande prestigio e si è esibita alla presenza di quattro capi di Stato, della Regina di Spagna e della Regina dei Paesi Bassi. Direttore Artistico e Direttore Musicale dell'Orchestra è il Maestro Francesco La Vecchia. L'Orchestra ha realizzato le prime due Stagioni al Teatro Argentina di Roma, la terza Stagione al Teatro Sistina e a partire dalla quarta Stagione ha acquisito lo storico Auditorium di Via della Conciliazione proponendo in 8 anni oltre 700 concerti con circa 400 programmi diversi. Hanno collaborato con l'Orchestra alcuni Cori, solisti e direttori fra i più importanti del mondo: Coro della Scala di Milano, London Symphony Chorus, Coro Filarmonico di Praga, Coro del Teatro Regio di Parma, Vincenzo La Scola, Angela Gheorghiu, Luciana D'Intino, Daniela Dessì, Fabio Armiliato, Juan Pons, Ambrogio Maestri, Anton Nanut, Mosher Atzmon, Paul Badura-Skoda, Steven Mercurio, Jean Yves Thibaudet, Krzystof Penderecki, Jayne Casselman, Bruno Canino, Alessandro Carbonare, Mischa Maisky, Igor Oistrakh, Gerhard Oppitz, Shlomo Mintz, Nelson Freire, Aldo Ciccolini, Julian Raklin, Boris Belkin, e molti altri. L'Orchestra esegue circa 120 concerti in un anno e ha un consenso di pubblico tale da raggiungere i 300.000 spettatori; si esibisce nell'Auditorium Conciliazione dove esegue i 70 concerti della Stagione Ufficiale e realizza a Roma un importante progetto di educazione alla musica sinfonica per gli studenti. L'Orchestra ha realizzato le prime due Stagioni al Teatro Argentina di Roma, la terza Stagione al Teatro Sistina e dalla quarta Stagione ha acquisito lo storico Auditorium Conciliazione proponendo in quattro anni oltre 360 concerti con circa 210 programmi diversi. Tra gli artisti che hanno collaborato con l'Orchestra ricordiamo: Coro della Scala di Milano, London Symphony Chorus, Coro Filarmonico di Praga, Coro del Teatro Regio di Parma, Vincenzo La Scola, Angela Gheorghiu, Luciana D'Intino, Anton Nanut, Yeruham Scharovsky, Mosher Atzmon, Alun Francis, Othmar Maga, Paolo Olmi, Josè Serebrier, Paul Badura-Skoda, Steven Mercurio, Jean Yves Thibaudet, Krzystof Penderecki, Jayne Casselman, Bruno Canino, Mischa Maisky, Igor Oistrakh, Angel Romero, Oxana Yablonskaya, Gerhard Oppitz, Shlomo Mintz, Nelson Freire, Rolf Romei, Aldo Ciccolini Julian Rachlin, Boris Belkin, e tantissimi altri. A pochi giorni dalla sua nascita, l'Orchestra ha ricevuto l'invito da parte del Presidente della Repubblica per la realizzazione del Concerto di Capodanno, tenutosi alla sua presenza la notte del 31 dicembre in Piazza del Quirinale trasmesso in diretta da Rai Uno ed al quale ha assistito un pubblico di oltre 25.000 spettatori. Nella Primavera 2014, dopo 12 anni ininterrotti di attività e circa 30 Cds prodotti in proprio o in collaborazione con le etichette Naxos e Brilliant Classics prevalentemente dedicati al repertorio sinfonico di autori italiani, la Fondazione Arts Academy ha diramato l'annuncio che l'Orchestra avrebbe cessato l'attività con la conclusione della Stagione 2013-2014. Poco prima di tale cessazione dell'attività - motivata con la volontà espressa dalla Fondazione Roma di non finanziare ulteriormente l'Orchestra per gli anni a venire - sono giunte le dimissioni di Francesco La Vecchia da direttore artistico e musicale del complesso a cui ha fatto seguito il licenziamento collettivo dell'intera compagine e la messa in liquidazione della Fondazione Arts Academy (al 31 luglio 2014) che ne curava la gestione.

L'Orchestra per la città di Roma[modifica | modifica wikitesto]

L'Orchestra Sinfonica di Roma ha pianificato una serie di interventi di divulgazione portando gratuitamente la musica sinfonica nei Licei romani, negli Ospedali, nelle Università, nei centri culturali e nelle Basiliche: in poco più di tre anni sono stati eseguiti per questo programma oltre 200 concerti. Fin dalla prima Stagione l'Orchestra è stata impegnata nella realizzazione di un Festival sulla Piazza del Campidoglio a Roma che è giunto ad ospitare fino a 180 000 spettatori. Nell'ultima edizione il Festival è stato realizzato nella monumentale Basilica di Massenzio, restituendo alla musica classica un altro splendido sito storico di Roma.

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Sono state effettuate tournée sui palcoscenici più prestigiosi del mondo. A San Pietroburgo su invito ricevuto dal Ministero della Cultura della Federazione Russa nell'ambito del Progetto internazionale promosso per le celebrazioni dei 300 anni della fondazione della città; a Bruxelles su invito del Presidente della Commissione Europea Romano Prodi; a Madrid su invito ed alla presenza di S. M. la Regina di Spagna; a Belgrado su invito dell'Orchestra Filarmonica; in Brasile su invito del Presidente della Repubblica con concerti al Teatro Municipale di Rio de Janeiro e al Teatro Nazionale di Brasilia. Nel mese di gennaio del 2007 l'Orchestra Sinfonica di Roma ha tenuto un concerto alla Cadogan Hall di Londra. E ancora Atene, Pechino, Shanghai, Cracovia, Ludwigshafen, Berlino per ben due volte e Vienna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica