Nyctiphruretus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nyctiphruretus
Nyctiphruretus acudens.JPG
Fossile del cranio di Nyctiphruretus acudens
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Sottoclasse Anapsida
Infraclasse Parareptilia
Ordine Procolophonomorpha
Famiglia Nyctiphruretidae
Genere Nyctiphruretus
Specie
  • N. acudens
  • N. optabilis

Il nictifrureto (gen. Nyctiphruretus) è un rettile estinto, appartenente ai pararettili. Visse nel Permiano medio (circa 268 - 262 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Russia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale doveva essere vagamente simile a una lucertola, e la lunghezza non doveva superare i 40 centimetri. Il cranio, lungo circa 4,4 centimetri, era piatto e largo, con un grande forame pineale centrale e grandi orbite. Al contrario di altri animali simili come Nycteroleter ineptus, il cranio era sprovvisto di incisure otiche posteriori. I denti erano piccoli, numerosissimi e dalla punta smussata; il muso era breve. Nyctiphruretus era caratterizzato da un osso prefrontale ispessito e dall'ornamentazione particolarmente elaborata. Le zampe di Nyctiprhuretus erano molto più snelle e sottili di quelle dei nicteroleteridi, così come le mani e i piedi.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Descritto per la prima volta nel 1938, Nyctiphruretus acudens è noto grazie a numerosi resti rinvenuti in terreni del Permiano medio della zona di Mezen, nella Russia europea. Un'altra specie, N. optabilis, è stata descritta sulla base di una singola mandibola proveniente anch'essa da terreni della Russia europea (Bulanov, 2002).

Ricostruzione di Nyctiphruretus

Nyctiphruretus è stato di volta in volta attribuito ai procolofoni o a un gruppo a sé stante (Nyctiphruretia) comprendente anche i nicteroleteridi, sempre nell'ambito dei rettili anapsidi (pararettili). Attualmente, Nyctiphruretus e l'assai simile Abyssomedon sono considerati appartenere a una famiglia (Nyctiphruretidae) vicina all'origine dei procolofonoidi (MacDougall e Reisz, 2014).

Paleobiologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Nyctiphruretus significa "guardiano della notte", probabilmente perché si riteneva che le grandi orbite dell'animale implicassero la presenza di grandi occhi adatti a una visione notturna. Nyctiphruretus, in ogni caso, doveva essere un piccolo rettile insettivoro o erbivoro, i cui resti fossili sono stati ritrovati in sedimenti lacustri. Questi animali probabilmente vivevano lungo le rive dei laghi e degli stagni, e occupavano la nicchia ecologica di piccole lucertole terrestri. Nyctiphruretus è l'animale più comune ritrovato nella località di Mezen, con oltre i due terzi degli esemplari rinvenuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • I. A. Efremov. 1938. Some New Permian Reptiles of the USSR. Comptes Rendus (Doklady) de l'Académie des Sciences de l'URSS 19(9):771-776
  • M. S. Y. Lee (1997). "Pareiasaur phylogeny and the origin of turtles". Zoological Journal of the Linnean Society. 120: 197–280. doi:10.1111/j.1096-3642.1997.tb01279.x.
  • V. V. Bulanov (2002). "New data on procolophons from the Permian of Eastern Europe". Paleontological Journal. 36: 525–530.
  • Laura K. Säilä (2010). "The phylogenetic position of Nyctiphruretus acudens, a parareptile from the Permian of Russia". Journal of Iberian Geology. 36 (2): 123–143. ISSN 1698-6180. doi:10.5209/rev_JIGE.2010.v36.n2.2.
  • Marcello Ruta; Juan C. Cisneros; Torsten Liebrect; Linda A. Tsuji; Johannes Muller (2011). "Amniotes through major biological crises: faunal turnover among Parareptiles and the end-Permian mass extinction". Palaeontology. 54 (5): 1117–1137. doi:10.1111/j.1475-4983.2011.01051.x.
  • Linda A. Tsuji, Johannes Müller and Robert R. Reisz (2012). "Anatomy of Emeroleter levis and the Phylogeny of the Nycteroleter Parareptiles". Journal of Vertebrate Paleontology. 32 (1): 45–67. doi:10.1080/02724634.2012.626004.
  • Mark J. MacDougall & Robert R. Reisz (2014). "The first record of a nyctiphruretid parareptile from the Early Permian of North America, with a discussion of parareptilian temporal fenestration". Zoological Journal of the Linnean Society. 172 (3): 616–630. doi:10.1111/zoj.12180.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]