Nazionali di pallavolo femminile europee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le nazionali di pallavolo femminile europee sono nazionali poste sotto l'egida della CEV: queste nazionali possono partecipare agli eventi organizzati sia dalla CEV e quindi a livello continentale, oppure dall'FIVB, come mondiali e World Grand Prix. Tutte le squadre appartengono geograficamente all'Europa anche se sono presenti diverse eccezioni come le nazionali di Israele e Turchia che politicamente appartengono all'Asia ma giocano nelle competizioni europee.

Il Vaticano, pur essendo stato sovrano non ha una federazione e quindi non partecipa ad alcuna competizione. Altro discorso invece per le squadre che appartengono agli stati di piccole dimensioni, le quali partecipano a dei campionati europei appositi: queste nazionali sono Andorra, Cipro, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, San Marino, Scozia, Fær Øer, Irlanda, Groenlandia e Gibilterra. A molte di queste nazionali inoltre sono riservati anche i Giochi dei piccoli stati d'Europa a cui partecipano gli stati con meno di un milioni di abitanti.

Il Regno Unito in passato non ha avuto una nazionale unica, in quanto le quattro Home Nations che lo costituiscono (Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord) hanno una propria federazione. Tuttavia nel corso del 2008, in vista dei giochi olimpici di Londra del 2012, è stata presentata formata un'unica nazionale nel corso delle qualificazioni ai campionati europei del 2009, composta da giocatrici delle quattro nazionali.

Tra le nazionali europee più rappresentative a livello mondiale l'Italia, attualmente seconda nel ranking mondiale e prima tra le nazionali europee, la Russia, campione del mondo in carica e la giovane nazionale della Serbia.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre scomparse[modifica | modifica wikitesto]

  • URSS URSS: La nazionale di pallavolo femminile dell'Unione Sovietica ha giocato dal 1949 fino al 1990, fino a quando, a seguito della disgregazione dell'Unione Sovietica, sono nate molte nazionali dell'est europeo.
  • Jugoslavia Jugoslavia: La nazionale di pallavolo femminile della Jugoslavia ha giocato dal 1945 fino al 1992, anno in cui a causa della disgregazione della Jugoslavia sono sorte differenti nazioni: tuttavia una parte di territorio a continuato a chiamarsi Jugoslavia, anche se con il nome di Repubblica federale.
  • Jugoslavia Jugoslavia: La nazionale di pallavolo femminile della Repubblica Federale di Jugoslavia ha giocato dal 1992 fino al 2003. In seguito la nazione ha cambiato nome in Serbia e Montenegro.
  • Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro: La nazionale di pallavolo femminile della Serbia e Montenegro ha giocato dal 2003 fino al 2006 quando in seguito alla separazione dei due stati si sono formate le nazionali della Serbia e del Montenegro

Squadre speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Regno Unito Regno Unito: Il Regno Unito non ha mai avuto una squadra di pallavolo, ma sono presenti 4 nazionali che la compongono. Tuttavia dal 2008 e fino alle Olimpiadi di Londra sarà questa unica squadra che parteciperà alle competizioni ufficiali per cercare di migliorare i risultati scadenti delle altre nazionali.

Ranking[modifica | modifica wikitesto]

Ranking europeo nazionali femminili
agg. al 25 agosto 2008
Posiz Nazione Punti World
Ranking
1 Italia Italia 267.5 2
2 Serbia Serbia 181 6
3 Russia Russia 142 8
4 Polonia Polonia 96 9
5 Paesi Bassi Paesi Bassi 49.75 13
6 Germania Germania 47.45 15
7 Turchia Turchia 46 16
8 Azerbaigian Azerbaigian 23.25 29
9 Belgio Belgio 12.5 33
10 Bulgaria Bulgaria 12 34
11 Francia Francia 11.75 35
12 Rep. Ceca Rep. Ceca 10.5 37
13 Croazia Croazia 9 40
14 Slovacchia Slovacchia 8.75 41
15 Ucraina Ucraina 8.25 43
16 Bielorussia Bielorussia 8 44
17 Spagna Spagna 8 44
18 Romania Romania 7.75 46
19 Grecia Grecia 7.75 47
20 Albania Albania 5.25 55

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Pallavolo Portale Pallavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallavolo