NGC 6751

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
NGC 6751
Nebulosa planetaria
NGC6751.jpg
La nebulosa planetaria NGC 6751
Scoperta
ScopritoreAlbert Marth
Data1863
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneAquila
Ascensione retta19h 5m 56,6s
Declinazione-05° 59′ 32,9″
Distanza6500 a.l.
(1993 pc)
Magnitudine apparente (V)13,9
Dimensione apparente (V)0,43 minuti d'arco
Caratteristiche fisiche
TipoNebulosa planetaria
Altre designazioni
PK 29-5,1
Mappa di localizzazione
NGC 6751
Aquila IAU.svg
Categoria di nebulose planetarie

Coordinate: Carta celeste 19h 05m 56.6s, -05° 59′ 32.9″

NGC 6751 è una nebulosa planetaria nella costellazione dell'Aquila distante circa 6500 anni luce dalla Terra. La nebulosa è formata dal vento stellare e dalla radiazione del corpo centrale, estremamente caldo, la cui temperatura superficiale misura circa 140.000 K. Il diametro effettivo della nebulosa misura 0,8 anni luce, 600 volte quello del Sistema solare[1].

Le immagini dell'HST mostrano molte caratteristiche notevoli e poco comprensibili della nebulosa: le regioni blu indicano zone più calde, che formano un anello intorno alla stella centrale, di magnitudine apparente 13,9[2]. Le regioni arancio indicano zone più fredde, che dipartono dal centro e si propagano verso l'esterno come raggi. L'origine di questi ultimi è incerta, ma sono la prova che è la radiazione stellare a incidere sulla sua forma[3].

Fu scoperta dall'astronomo tedesco Albert Marth nel 1863.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Celebrating Hubble With NGC 6751. APOD (NASA)
  2. ^ NGC 6751, su stars.astro.illinois.edu. URL consultato l'8 agosto 2012.
  3. ^ The Glowing Eye of NGC 6751. Hubblesite

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari