Mus indutus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mus indutus
Mus indutus.jpeg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Mus
Specie M.indutus
Nomenclatura binomiale
Mus indutus
Thomas, 1910

Mus indutus (Thomas, 1910) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso nell'Africa meridionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 45 e 65 mm, la lunghezza della coda tra 30 e 52 mm, la lunghezza del piede tra 13 e 16 mm, la lunghezza delle orecchie tra 8 e 12 mm e un peso fino a 8 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è soffice. Le parti dorsali variano dal giallo-brunastro chiaro all'arancione-brunastro, con la base dei peli grigia, i fianchi sono più brillanti mentre le parti ventrali sono bianche. La linea di demarcazione lungo i fianchi è netta. Il muso è appuntito e rivestito di lunghe vibrisse. Le orecchie sono brunastre ed arrotondate, una piccola macchia bianca è presente alla loro base posteriore. Gli arti sono brevi, le zampe sono bianche. La coda è lunga circa quanto la testa ed il corpo, è chiara sopra e bianca sotto. Le femmine hanno due paia di mammelle pettorali e due inguinali. Il cariotipo è 2n=36 FN=36-37.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie notturna e terricola. Si rifugia in buche nel terreno dove costruisce nidi sferici con erba soffice ed altre fibre naturali. Sono frequenti fluttuazioni periodiche nella popolazione. È molto aggressiva con i suoi consimili e sono stati riportati casi di cannibalismo in cattività.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di semi d'erba, in particolare di Acacia, materiale vegetale e insetti.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine danno alla luce 2-8 piccoli alla volta. Si riproduce in qualsiasi periodo dell'anno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nell'Africa meridionale.

Vive in diversi ambienti associati alle savane semi-aride a circa 1.000 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono state riconosciute 4 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato che questa specie è ampiamente diffusa ed estremamente abbondante, con esplosioni demografiche periodiche, classifica M.indutus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Monadjem, A. 2008, Mus indutus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Mus indutus, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Happold, 2013

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • David C.D.Happold, Mammals of Africa. Volume III-Rodents, Hares and Rabbits, Bloomsbury, 2013. ISBN 978-1-408-12253-2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi