Monteponi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monteponi
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaSud Sardegna
ComuneIglesias-Stemma.png Iglesias
Territorio
Coordinate39°18′04.39″N 8°30′37.36″E / 39.301219°N 8.510378°E39.301219; 8.510378 (Monteponi)Coordinate: 39°18′04.39″N 8°30′37.36″E / 39.301219°N 8.510378°E39.301219; 8.510378 (Monteponi)
Altitudine195 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale09016
Prefisso0781
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Monteponi
Monteponi

Monteponi è una frazione del comune di Iglesias, nella provincia del Sud Sardegna.

Si trova a circa 2 km da Iglesias in direzione sud-ovest, su una deviazione della strada statale 126 Sud Occidentale Sarda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monteponi nacque come villaggio di minatori dopo il 1850, anno in cui la zona mineraria fu data in concessione dallo stato ad una società privata. In quel periodo vennero realizzate strade, edificati gli alloggi per i minatori e gli spacci commerciali necessari alla vita della comunità, la palazzina "Bellavista", (realizzata nel 1865-66) in posizione dominante sulla vallata e circondata da alberi, sede della Direzione della Miniera e di abitazioni dei dirigenti, la chiesa (successivamente demolita a causa di un crollo importante della struttura). Contemporaneamente vennero realizzate le opere per il funzionamento della miniera, i pozzi più importanti sono: il pozzo Vittorio Emanuele, scavato nel 1863, che serviva per la discesa e la risalita dei minatori e del minerale estratto ed il pozzo Sella, realizzato nel 1874, che ospitava le pompe per l'eduzione delle acque sotterranee. Nel 1904 venne costruita la foresteria della miniera Monteponi.

La miniera di Monteponi nel 1875

Dopo la prima guerra mondiale venne completata la costruzione di altri edifici di servizio: l'ospedale, l'asilo, la scuola. Nel 1945 venne inaugurata la nuova chiesa parrocchiale realizzata dalla trasformazione della Casa del fascio (1936) con la eliminazione di alcune parti e l'aggiunta del campanile e di un timpano geometrico. La chiesa è stata restaurata nel 2000.

La palazzina Bellavista è sede dal 1997 dell'Università del Sulcis-Iglesiente. In questa università sono stati attivati tre corsi di laurea: Scienza dei Materiali (come corso distaccato dell'Università di Cagliari), Informatica (in videoconferenza) ed Ingegneria ambientale. Tutti questi corsi sono stati progressivamente chiusi negli ultimi anni (2011) a seguito di una razionalizzazione dei corsi dell'Università. La palazzina è tuttora sede di alcuni master e dottorati di ricerca.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]