Miquel Barceló

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miquel Barceló nel 2011

Miquel Barceló (Felanitx, 1957) è un pittore spagnolo.

A sua volta figlio di una pittrice, tra il 1972 e il 1974 studia prima all'Escuela de Artes Decorativas de Palma di Maiorca, poi all'Escuela de Bellas Artes de Sant Jordi di Barcellona; abbandona però gli studi prima di terminarli. Già nel 1970 un viaggio a Parigi gli aveva permesso però di scoprire l'Art Brut, uno stile che lascia un'impronta molto forte nelle prime opere esposte al pubblico. Fa parte del gruppo artistico Taller Lunátic di Mallorca. Inizia ad essere conosciuto dal grande pubblico alla Biennale di San Paolo del 1981 e alla Documenta de Kassel VII (1982), nella quale è presentato da Rudi Fuchs; da allora la sua opera viene sempre più presentata nelle grandi mostre internazionali, e Barceló inizia ad essere sempre più considerato dal pubblico e dalla critica internazionale, fino ad essere ritenuto uno dei maggiori esponenti dell'Arte spagnola degli anni ottanta e anni novanta.

All'inizio il suo stile riceve influenze determinanti dall'espressionismo, dalla pittura di Miró, dallo stile dell'action painting ("pittura d'azione"), Jackson Pollock, Antoni Tàpies, l'arte concettuale e l'Art Brut; più tardi sembra ritornare a uno stile più classico e personale. La scoperta dell'Africa, con un viaggio in Mali e la decisione di stabilirsi lì e di installarvi il suo laboratorio a partire dal 1988, ha influenzato profondamente la sua opera degli ultimi anni, soprattutto con i tempi della natura, del passaggio del tempo e delle origini, espressi generalmente attraverso impasti pittorici densi, spesso oscuri. Barceló però resta anche fiero della sua origine mediterranea e maiorchina. Anche la letteratura è da sempre una delle fonti di ispirazione primaria; nella sua carriera infatti il pittore spagnolo è stato anche illustratore, e inoltre spesso scrive da sé le presentazioni ai suoi cataloghi. Attualmente vive e lavora tra Parigi, Maiorca e il Mali.

Miquel Barceló nei musei italiani[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Premio Principe delle Asturie per l'arte - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per l'arte
— 2003

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 110733475 LCCN: n88677234