Mille lire al mese (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mille lire al mese
PaeseItalia
Anno1996
Generevarietà
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttorePippo Baudo e Giancarlo Magalli
RegiaMichele Guardì
Rete televisivaRai 1

Mille lire al mese è stato un varietà televisivo andato in onda per nove puntate il sabato sera su Rai 1, a partire dal 20 gennaio 1996, ideato da Pippo Baudo e Michele Guardì, su testi di Bruno Broccoli, Giovanna Flora, Alberto Testa, Rory Zamponi[1], condotto da Pippo Baudo e Giancarlo Magalli, che l'anno precedente avevano presentato con successo il programma di Guardì Papaveri e papere.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nella trasmissione, in onda dal Teatro delle Vittorie eccezionalmente trasformato dallo scenografo Nico Calia in un café-chantant d'inizio secolo, i due presentatori ripercorrevano, con la partecipazione di numerosi ed importanti ospiti, cento anni di storia musicale e di costume d'Italia. Ogni puntata era dedicata ad un decennio del secolo XX. Tra musica, rievocazioni di avvenimenti storici e balli, il programma riproponeva fedelmente anche una nuova versione del Musichiere. Il gioco era condotto da Baudo e Magalli con la partecipazione di Sabina Stilo e Marco Del Freo. L'orchestra era diretta dal maestro Gianni Ferrio, già protagonista dello storico Musichiere.

La sigla[modifica | modifica wikitesto]

La sigla è l'omonima canzone interpretata nel 1939 da Gilberto Mazzi.


Ascolti TV[modifica | modifica wikitesto]

Puntata Telespettatori Share
5 febbraio 1996 5.535.000[2] 24,08%[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione