Michele Anelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michele Anelli
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica d'autore
Folk Soul
Rock Soul
Periodo di attività musicale1989 – in attività
EtichettaStayHardStayFree
GruppiThe Groovers
Thee Stolen cars
Sito ufficiale

Michele Anelli (Stresa, 15 settembre 1964[1]) è un cantautore italiano.

Biografia[2][modifica | modifica wikitesto]

Negli anni ottanta, dopo l’esperienza con la fanzine Fandango[3] e le radio locali, forma un gruppo garage punk, The StolenCars con il quale pubblicherà due album.

Nel 1989 fonda The Groovers, dove è autore sia di musiche che testi[4], con i quali pubblica nell’arco di quasi vent’anni sette album cantati in inglese.

Nel nuovo millennio lavora anche su progetti musicali paralleli tra cui figura la pubblicazione di un album per la rivista L’Ernesto[5], nel quale appaiono per la prima volta cinque suoi brani originali in italiano.

Nella primavera del 2007 debutta come scrittore, pubblicando il libro, Siamo i Ribelli – storie e canti della Resistenza italiana per Selene Edizioni con in allegato un cd di canti resistenziali rivisitati[6], seguito nel 2013 dal volume intitolato Radio Libertà – dalle radio della Resistenza alla resistenza delle radio (Vololibero editore). Entrambi i libri sono stati, dal 2007 al 2017, parte integrante di spettacoli dal vivo incentrati sulle tematiche trattate nelle due pubblicazioni.

Nel 2013 avviene la svolta definitiva cantautorale in italiano con la pubblicazione dell’album Michele Anelli e Chemako assieme alla band pavese dei Chemako (USR Records)[7], cui segue nel 2014, per Adesiva discografica, l’album Giorni usati[8]. Nell’autunno del 2017 viene pubblicato una terza opera, il libro di narrativa sul mondo femminile La scelta di Bianca (Segni e parole)[9], a cui è collegato l’omonimo spettacolo, che contiene otto racconti al femminile, accompagnati da un cd con altrettante canzoni edite e inedite arrangiate dalle chitarre e dall’apporto elettronico di Elia Anelli.

Il 20 aprile 2018 esce un nuovo album[10], prodotto da Paolo Iafelice per Adesiva discografica, con Andrea Lentullo (Wurlitzer), Elia Anelli (chitarra elettrica) e Nik Taccori (batteria). Questo è album concept su una giornata di lavoro. A ogni canzone corrisponde un orario della giornata, nel quale i sentimenti e le emozioni vengono sollecitati da ciò che una persona si porta dentro e dal vissuto che la circonda. La scelta sonora si è indirizzata sull'uso esclusivo di pochi strumenti, avendo maggior cura degli arrangiamenti a supporto del testi[11].

Nel 2018 produce L'amore in tempo di crisi, il nuovo album di Enrico Maiorca. Contestualmente entra a far parte della Sonic MAIO Revue band.[12][13]

Nel 2020 esce il libro scritto insieme al giornalista e scrittore Gianni Lucini[14] “Ho sparato al domani” per Segni e Parole editore[15]. Il libro contiene sette racconti “musicali” in cui passato, presente e futuro si scambiano spesso d’abito andando in scena in epoche differenti e con personaggi tutti da scoprire.

Nel 2021 pubblica, per DELTA Records & Promotion[16], il nuovo album “Sotto il cielo di Memphis”[17], suonato live in studio con i Goosebumps bros., Cesare Nolli (chitarra), Paolo Legramandi (basso) e Nik Taccori (batteria) e, successivamente, con interventi di Andrea Lentullo alle tastiere ed Elia Anelli alla chitarra elettrica. L’album è stato pubblicato in formato Lp e cd (con alcune outtake) a cui si aggiunge il 45 giri con Ballata arida ed Escluso il cielo registrati da John Gifford III[18], al FAME recording studio di Muscle Shoals, Alabama con Bob Wray[19] al basso e Justin Holder[20] alla batteria.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Michele Anelli Solista[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Michele Anelli & Chemako (Ultrasound records/IRD, CD)
  • 2016 - Giorni usati (Adesiva Discografica / Self, CD e Lp)[21]
  • 2018 - Divertente importante (Adesiva Discografica / Self, CD e LP)[22]
  • 2020 - Ballata arida/Escluso il cielo (StayhardStayfree prod. 7")[23]
  • 2021 - Sotto il cielo di Memphis (Delta record&promotion, LP) [24]
  • 2021 - Sotto il cielo di Memphis e altre storie (Delta record&promotion, CD)[25]

The Groovers[modifica | modifica wikitesto]

[26]

  • 1990 - My Land (Urlo, Ep)
  • 1993 - Song for the Dreamers (Fandango/IRD, cd)
  • 1994 - Lost Ballads (Fandango, K7)
  • 1995 - Soul Street (Fandango/IRD, CD)
  • 1997 - September Rain (Fandango/Il Levante/IRD, cd)
  • 2000 - That's All Folks! (Fandango/IRD, cd) miglior disco italiano quotidiano Liberazione
  • 2001 - Do You Remember the Working Class? – (Fandango/Wolvernight/Audioglobe, cd)
  • 2003 - A Handful of Songs about Our Times Vol.1 – (Cement mixer music/Audioglobe, cd)
  • 2008 - Revolution - A handful of songs about our times vol.2 (Fandango/Audioglobe, cd)

The Stolen Cars[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Walk on In (Urlo, Ep)
  • 2007 - Can't Stop thee Stolen Cars (Nicotine/Ammonia, cd)

Michele Anelli con Evasio Muraro[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 - Io lavoro (Edizioni l’Ernesto, cd)
  • 2006 - Festa d'aprile (Levante/Torpedo,cd)

Michele Anelli - Siamo i Ribelli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 - NOME DI BATTAGLIA RIBELLI - canti della Resistenza italiana (Fandango, cd)[27]
  • 2009 - OGGI MI ALZO E CANTO canti del lavoro (Fandango/RdB, cd)[27]

Partecipazioni a compilation[modifica | modifica wikitesto]

  • Tape – AA.VV. – VERBANO FEVER (Fandango, 1988): Thee Stolen cars con due brani – “Christine” e “Wise Man”
  • Tape – AA.VV. – The soundtrack 1st. auth. European comp. (Mamorro, Bilbao – Spagna, 1990): The Groovers, mix alternativo del brano New wild road - Thee Stolen cars, brano inedito Bang my gong
  • Lp – AA.VV. – Movimenti italiani (produzioni Il giorno del sole, 1991): Thee Stolen cars, Love you no more - The Groovers, mix alternativo del brano My land
  • Cd - AA.VV. – The Belgian Mania Goes To Italy (Boom records/Face records, 1992) contiene una versione alternativa del brano “Windy nights" (l’originale è pubblicato in The GROOVERS – Song for the dreamers – 1993)[28]
  • Cd. AA.VV. – Instabile e lubrificante (Wolvernight prod., 1996): The Groovers con i brani Mary don’t worry e TV Breakdown
  • Cd – AA.VV. – Suoni di Liberazione (Suoni di Liberazione, 2001): The Groovers “Workin’ man revisited”
  • Cd – AA.VV. – Not in my name (Suoni di Liberazione, 2002): The Groovers con il brano di Country Joe Fish McDonald I-Feel-Like-I'm-Fixin'-To-Die-Rag - Flamingo (Michele Anelli/Evasio Muraro) con il brano di Monaldi/Ingrosso Incubo n.4
  • Cd – AA.VV. – Duemila papaveri rossi, le canzoni di Fabrizio De André (A/rivista anarchica, 2008): Michele Anelli - Quello che non ho
  • ·Cd – AA.VV. – Il mio lavoro libero (CNA, 2017): Michele Anelli “Nessuno mi è padrone” (Lucini/Anelli) - Michele Anelli “Scuola” (Finardi) - Autore di musica e testo di due brani, interpretati da artisti diversi, “Gilda” e “Seguo l’asfalto”

Produzioni artistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Cd – AA.VV. Not in my name (Suoni di Liberazione, 2002) progetto artistico di P. Pietrangeli/M. Anelli/G. Lucini[29]
  • Fabrizio Filiberti – Spiritoridicolo (autoproduzione, 2011)
  • Evasio Muraro – Scontro tempo (DVL/Self, 2013) co-produzione Chris Eckman/Michele Anelli/Evasio Muraro[30]
  • Lost Weekend – From shine till rust (Mummy bullet records/Riserva Sonora, 2015) co-produzione Michele Anelli/Lost Weekend[31]
  • Cd – AA.VV. – Il mio canto libero (CNA, 2017) direzione e produzione artistica Michele Anelli
  • MAIO – L’amore in tempo di crisi (Alma records/Ossigeno, 2018)[32]

Partecipazioni e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • The Groovers – il brano Many loves (testo di Allen Ginsberg, musica di Michele Anelli) è stato eseguito a Conegliano Veneto il 10 giugno 1995 alla manifestazione “Omaggio a Fernanda Pivano”. Sul palco con Fernanda Pivano, Allen Ginsberg, Francesco Guccini, Fabrizio De André, Claudio Lolli. Il brano, pubblicato successivamente in un'altra versione sull’album September rain (1997), fu scelto a seguito di una sorta di concorso nazionale.
  • Cd – GANG – Il seme e la speranza (CIA, 2005) vv.aa. This land is your land (W. Guthrie)
  • The Groovers - Premio al MEI 2009 per la ventennale carriera della band
  • The Groovers/Michele Anelli – Premio ANPI Ovest Ticino 2009 alla carriera dei Groovers e al lavoro svolto nel canto popolare da Michele Anelli

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Michele Anelli, Siamo i ribelli. Storie e canzoni della Resistenza. Con CD Audio, Selene edizioni, 2007, ISBN 978-88-7894-010-9.
  • Michele Anelli, Radio Libertà. Dalla radio della Resistenza alla resistenza delle radio, Vololibero, 2013, ISBN 978-88-97637-12-7.[33]
  • Michele Anelli, La scelta di Bianca, Con Cd allegato con 8 brani, Segni e parole, 2017, ISBN 978-88-908494-6-6.[34]
  • Michele Anelli, Gianni Lucini - Ho sparato al domani, Segni e parole, 2020, ISBN 8894284921 [35]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.rockit.it/micheleanelli/biografia
  2. ^ http://micheleanelli.org/?page_id=2
  3. ^ http://fanzinemusicali.altervista.org/Fandango/index.html
  4. ^ http://www.thegroovers.net/
  5. ^ http://www.marx21.it/index.php/rivista/23001-tutti-i-numeri-de-lernesto
  6. ^ Siamo i ribelli, su opac.provincia.brescia.it, Rete bibliotecaria bresciana e cremonese.
  7. ^ https://www.ultrasoundrecords.eu/prodotto/michele-anelli-micheleanellie-chemako/
  8. ^ http://www.lisolachenoncera.it/rivista/recensioni/giorni-usati/
  9. ^ https://ilibridisegnieparole.blogspot.com/2017/11/la-scelta-di-bianca.html
  10. ^ http://micheleanelli.org/?page_id=704
  11. ^ Francesco Bonerba, Intervista a Michele Anelli, su suono.it, Suono, 25 settembre 2018.
  12. ^ Michele Anelli - Biografia - Michele Anelli, in Michele Anelli. URL consultato il 31 agosto 2018.
  13. ^ Canzoni contro la guerra - Michele Anelli, su antiwarsongs.org. URL consultato il 31 agosto 2018.
  14. ^ https://www.blogger.com/profile/15449961942406331668, Gianni Lucini, in Wikipedia, 29 luglio 2021.
  15. ^ Gianni Lucini, I Libri di Segni e Parole: Ho sparato al domani, su I Libri di Segni e Parole, 30 novembre 2020. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  16. ^ Michele Anelli, su deltarecords. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  17. ^ Manuele Angelini, Michele Anelli, Sotto Il Cielo di Memphis, su mescalina.it. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  18. ^ John Gifford III, su Discogs. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  19. ^ Bob Wray, su Discogs. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  20. ^ Justin Holder, su Discogs. URL consultato il 28 ottobre 2021.
  21. ^ https://www.discogs.com/it/master/1621486-Michele-Anelli-Giorni-usati, Michele Anelli – Sotto il cielo di Memphis (2021, Gatefold, Vinyl).
  22. ^ Michele Anelli, su Discogs. URL consultato il 31 agosto 2018.
  23. ^ Michele Anelli – Ballata Arida - Escluso il cielo (2020, Vinyl). URL consultato il 28 ottobre 2021.
  24. ^ Michele Anelli – Sotto il cielo di Memphis (2021, Gatefold, Vinyl). URL consultato il 28 ottobre 2021.
  25. ^ Michele Anelli – Sotto il cielo di Memphis e altre storie (2021, CD). URL consultato il 28 ottobre 2021.
  26. ^ (EN) Michele Anelli, su Discogs, Zink Media.
  27. ^ a b http://www.blogfoolk.com/2010/05/michele-anelli-canti-di-resistenza-e.html
  28. ^ Various - The Belgian Mania Goes To Italy, su Discogs. URL consultato il 31 agosto 2018.
  29. ^ Suoni Di Liberazione, su Discogs. URL consultato il 31 agosto 2018.
  30. ^ Recensione: Evasio Muraro - Scontro Tempo - storiadellamusica.it, su storiadellamusica.it. URL consultato il 31 agosto 2018.
  31. ^ Discografia | Lost Weekend, su lostweekend.it. URL consultato il 31 agosto 2018.
  32. ^ MAIO ci spiega “L’amore in tempo di crisi” | La Repubblica Veneta, su larepubblicaveneta.it. URL consultato il 31 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2018).
  33. ^ Edoardo Esposito - www.edo-design.com, Radio Libertà; Dalla Radio della Resistenza alla resistenza della Radio - L'Isola della Musica Italiana. URL consultato il 31 agosto 2018.
  34. ^ Gianni Lucini, I Libri di Segni e Parole: La scelta di Bianca, su I Libri di Segni e Parole, 6 novembre 2017. URL consultato il 31 agosto 2018.
  35. ^ “Ho sparato al domani”: dalla canzone al libro che racconta anche l’amicizia, su lastampa.it, 10 dicembre 2020. URL consultato il 28 ottobre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN36697157 · LCCN (ENno2007068015 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007068015