Megaerops niphanae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrello della frutta di Ratanaworabhan
Immagine di Megaerops niphanae mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Megaerops
Specie M.niphanae
Nomenclatura binomiale
M.niphanae
Yenbutra & Felten, 1983

Il Pipistrello della frutta di Ratanaworabhan (Megaerops niphanae Yenbutra & Felten, 1983) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, diffuso in India, Cina meridionale e Indocina[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni con lunghezza dell'avambraccio tra 52 e 65 mm, la lunghezza della testa e del corpo tra 71 e 96 mm, la lunghezza del piede di circa 14 mm, la lunghezza delle orecchie tra 18,5 e 19 mm e un peso fino a 31 g.[3][4]

La pelliccia è soffice e setosa. Il colore delle parti dorsali è marrone con la base dei peli grigia, mentre le parti ventrali sono più chiare. Le orecchie sono piccole, arrotondate e prive di marcature chiare lungo i margini. È privo di coda, mentre l'uropatagio è stretto e ricoperto dorsalmente di peli nella parte centrale.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È probabilmente una specie nomade.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Sono state osservate femmine gravide ed esemplari giovani nel mese di luglio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa negli Stati indiani del Manipur, Arunachal Pradesh, Mizoram, Nagaland e West Bengal; Vietnam, Laos, Cambogia, Thailandia a nord del 13º parallelo; la parte occidentale della provincia cinese dello Yunnan. Probabilmente è presente anche in Myanmar.

In Thailandia è stata osservata nelle foreste incontaminate ed in fattorie vicino alle foreste. Presumibilmente vive in foreste decidue e di conifere, boschi di Bambù e foreste miste subtropicali lungo i pendii dell'Himalaya tra i 100 e 2.100 metri di altitudine.[1]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Questa specie, fino alla sua descrizione, è stata inclusa in M. ecaudatus.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List,considerato il vasto Areale, la popolazione numerosa, tollerante agli habitat degradati e la presenza in diverse aree protette, classifica M.niphanae come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Bates, P., Bumrungsri, S., Francis, C., Molur, S. & Srinivasulu, C. 2008, Megaerops niphanae in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Megaerops niphanae in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Yenbutra & Felten, 1983, op. cit.
  4. ^ Srinivasulu & Al., 2010, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi