Mateo Albéniz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mateo Albéniz, noto anche come Mateo Antonio Pérez de Albéniz (21 novembre 1755San Sebastián, 23 giugno 1831), è stato un compositore e organista spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Non era parente del più noto compositore Isaac Albéniz, ma fu il padre di Pedro Albéniz. È identificato dal nome Pedro Albéniz in alcune vecchie fonti biografiche e si dice che sia morto nel 1821.[1]

Ottenne un posto come Maestro di cappella a San Sebastián e a Logroño dal 1795 al 1800.[2]

Compose messe, vespri, motteti e altre musiche da chiese mai pubblicate, e un libro di solfeggi (pubblicato a San Sebastian, 1800). Albéniz scrisse alcuni libri sul clavicembalo e fortepiano. L'opera con la quale è conosciuto oggi è la Sonata in re maggiore, di cui è stata fatta una trascrizione popolare per la chitarra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100255203 · ISNI (EN0000 0000 8285 1116 · SBN IT\ICCU\UFIV\139189 · LCCN (ENn83045035 · GND (DE134312074 · BNF (FRcb13890640q (data)