Massimo Rao

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Massimiliano Stanislao Rao (San Salvatore Telesino, 6 gennaio 1950San Venanzo, 6 maggio 1996) è stato un artista italiano.

Cenni biografici ed artistici[modifica | modifica wikitesto]

Studia al liceo artistico di Benevento. In seguito intraprende gli studi alla facoltà di Architettura di Napoli. Fin dal principio fu attratto dai maestri del Nord Italia, infatti si trasferisce a Bolzano nel 1976 e vi rimane fino al 1981. Da lì si sposterà a Pornello di San Venanzo fino alla data della sua morte prematura il 6 maggio del 1996. Ha esposto in numerose città italiane, ad Amsterdam, Maastricht (TEFAF) e New York. Nel 2004 il Panorama Museum di Bad Frankenhausen (Germania) gli ha dedicato un'importante mostra monografica "Animula, vagula, blandula". Presso la Galleria Civica di Bolzano, invece, è stata allestita una retrospettiva delle sue opere, incentrata sul tema del tempo, dal 1º novembre 2007 al 27 gennaio 2008. Nelle sue opere combina, sempre comunque con una visione originale e contemporanea, lo stile rinascimentale con quello classico, ispirato alla scuola nordica, manierista e preraffaellita. Ricorre a tecniche antiche per la preparazione dei colori e per l'applicazione su tela. Massimo Rao è stato definito anche "Il pittore della Luna", poiché nelle sue opere ricorre frequentemente l'immagine della Luna, mentre i soggetti sono uomini, donne, e personaggi asessuati immersi in una dimensione onirico-surreale, in cui traspaiono la tensione interiore dell'artista, l'inquietudine e l'atemporale solitudine dell'uomo. Massimo Rao per i motivi suddetti può essere considerato il Leopardi della pittura: la Luna e l'anelito di Infinito sono temi tanto cari a Leopardi quanto a Rao. La sua pittura, in parte, può essere accostata a quella dei pittori anacronisti a lui contemporanei ma solo per quanto riguarda il recupero della tradizione pittorica, poiché i temi ed i soggetti dei suoi dipinti non citano né sono mai riconducibili all'amena arcadia tipica dei pittori anacronisti. A San Salvatore Telesino (Benevento) nel 2012 è stata aperta una pinacoteca dedicata all'artista. Nel 2015, in occasione dell'Expo di Milano, una sua opera viene scelta dal Prof. Sgarbi per la mostra “Il tesoro d'Italia”.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La grande fornace - Olio, 1985
  • Il Giorno Flammeggiò Nei Suoi Occhi e le Sue Dita Colsero le Stelle - Olio, 1991
  • Luna - Litografia, 1995
  • Né in cielo, né in terra - Litografia, 1990
  • Antenato della terra dei sogni - Litografia, 1991
  • Il re della lucertola - Litografia, 1991

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

  • Milano, Galleria Studio Steffanoni, 1988
  • Amsterdam, Steltman Galleries, 1989
  • Aosta, Tour Fromage, Notturno in un Interno, 1991
  • Maastricht, The European Fine Art Fair,(Steltman Galleries), 1992
  • New York, CFM Gallery, 1992
  • Bad Frankenhausen, Panorama Museum, Animula, vagula, blandula - 2004
  • Bolzano, Galleria Civica, 31 ottobre 2007 / 27 gennaio 2008 - Massimo Rao - Al di là del tempo
  • Milano, Palazzo Reale, 12 luglio / 11 novembre 2007 - Arte italiana 1968-2007 Pittura
  • Potenza, Galleria Civica Palazzo Loffredo, 14 ottobre 2005 / 29 gennaio 2006 - Visionari primitivi eccentrici
  • San Salvatore Telesino, 8 maggio 2006 - Mostra personale dell'artista a 10 anni dalla morte
  • San Salvatore Telesino, 3 novembre 2012, apertura pinacoteca dedicata a Massimo Rao.
  • Benevento Museo ARCOS - 15 maggio 2016 Mostra personale a 20 anni della morte " OMAGGIO A MASSIMO RAO ".
  • San Salvatorer Telesino Pinacoteca " Massimo Rao " Settembre 2016 mostra personale " Omaggio a Massimo Rao ".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittorio Sgarbi, Catalogo mostra alla Galleria Stefanoni (MI) 1988
  • Vittorio Sgarbi, La stanza dipinta, Novecento Editrice, Palermo 1989
  • Vittorio Sgarbi, Catalogo mostra “Massimo Rao”, Art's events - Torrecuso, 1996
  • Rosaria Fabrizio, “Massimo Rao. Animula vagula blandula", 2004
  • AA.VV., Massimo Rao, Al di là del tempo - Jenseits der Zeit (1950-1996), Bolzano, Ed. Comune di Bolzano, 2007
  • Rossana Bossaglia, Catalogo mostra. “Massimo Rao. Al di là del tempo”
  • Dario Lombardo, Massimo Rao : anacronismi e arte contemporanea : tesi di laurea in Storia dell'arte contemporanea
  • AA.VV., Massimo Rao pinacoteca. Catalogo, San Salvatore Telesino, Circus, 2012 - © 2012 Associazione Massimo Rao

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32807631 · LCCN: (ENno2005029798 · ULAN: (EN500165276