Marshosaurus bicentesimus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marshosaurus)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Marshosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Marshosaurus bicentissimus skull cast - Natural History Museum of Utah - DSC07218.JPG
Ricostruzione del cranio di M. bicentesimus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Superfamiglia † Megalosauroidea
Famiglia † Piatnitzkysauridae
Genere Marshosaurus
Madsen, 1976[1]
Specie M. bicentesimus
Nomenclatura binomiale
† Marshosaurus bicentesimus
Madsen, 1976[1]

Marshosaurus (il cui nome significa "lucertola di Marsh") è un genere estinto di dinosauro teropode di medie dimensioni appartenente alla superfamiglia dei megalosauroidi vissuto nel Giurassico superiore, circa 155-150 milioni di anni fa, in quella che è oggi la Formazione Morrison, dello Utah, e forse, anche in Colorado. L'unica specie ascritta a questo genere è M. bicentesimus.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione grafica di M. bicentesimus, con delle ipotetiche piume

Il Marshosaurus era un teropode di medie dimensioni. Nel 2010, Gregory S. Paul, ne stimò una lunghezza di circa 4,5 metri, per un peso complessivo di due quintali.[2] L'olotipo composto da un ileo completo è lungo circa 375 millimetri, mentre il cranio (se correttamente assegnato) era lungo circa 60 centimetri. Il cranio era piuttosto grosso e armato di lunghi denti aguzzi.

Nel 2012, Matthew Carrano stabilì alcune autapomorfie, sulla base dell'olotipo: la sutura tra il peduncolo pubico e l'osso pubico è convesso, curvata verso l'alto, nella parte anteriore e concava nella parte posteriore.[3]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Cranio di M. bicentesimus

Questo animale è stato descritto per la prima volta nel 1976 da Madsen. Le caratteristiche del marshosauro sono piuttosto insolite: la sola pelvi, ad esempio, presenta caratteri visti in celofisoidi, celuridi, sinraptoridi e allosauridi. Uno scheletro incompleto, scoperto nel 1912 ma attribuito a questa specie solo molto più tardi, mostra un animale probabilmente simile a un carnosauro primitivo, o forse imparentato con i torvosauridi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b James H. Madsen, A second new theropod dinosaur from the Late Jurassic of east central Utah, in Utah Geology, vol. 3, nº 1, 1976, pp. 51–60.
  2. ^ Gregory S. Paul, The Princeton Field Guide to Dinosaurs, Princeton University Press, 2010, p. 91.
  3. ^ Matthew T. Carrano, Roger B. J. Benson e Scott D. Sampson, The phylogeny of Tetanurae (Dinosauria: Theropoda), in Journal of Systematic Palaeontology, vol. 10, nº 2, 2012, pp. 211–300, DOI:10.1080/14772019.2011.630927.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Madsen, J. H. 1976. A second new theropod dinosaur from the Late Jurassic of east central Utah. Utah Geology 3(1):51-60.
  • Benson, R.B.J. (2010). "A description of Megalosaurus bucklandii (Dinosauria: Theropoda) from the Bathonian of the UK and the relationships of Middle Jurassic theropods". Zoological Journal of the Linnean Society.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]