Mario Calandri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Calandri (Torino, 1914Torino, 1993) è stato un pittore e incisore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si formò presso il Liceo artistico di Firenze e di Torino.

Nel 1932, frequentò l'Accademia Albertina di Belle Arti alla scuola di Cesare Maggi. Al termine degli studi divenne suo assistente.

In quel periodo sono i primi esordi come pittore, espose a Roma e a Venezia, dove, nel 1940, partecipò per la prima volta alla Biennale.

Nel dopoguerra Calandri diventò assistente di Marcello Boglione, titolare della Cattedra di tecniche dell'Incisione presso l'Accademia Albertina di Torino cui succedette come incaricato nel 1957 fino al 1960.

Dal 1963 al 1977 insegnò presso l'accademia Albertina torinese.

Le opere[modifica | modifica wikitesto]

Mario Calandri è considerato uno dei massimi incisori del XX secolo e si colloca nell'olimpo degli artisti specializzati nella grafica.[1]

L'artista torinese è stato anche un pittore di ottima qualità, capace di effettuare sostanziosi scambi artistici tra l'incisione e la pittura modulando ed influenzando, ora nell'uno ora nell'altro, invenzioni ed emozioni.

Calandri come incisore ha partecipato alle più importanti rassegne nazionali e internazionali ed ha esposto in numerose mostre personali.

Grandissima è stata l'attenzione sull'artista anche dopo la morte, a testimonianza di ciò, le molte retrospettive che sono state presentate nell'ultimo decennio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tratto dal sito sulla mostra a Palazzo Bricherasio di Torino dal 26 gennaio 2001 - 4 marzo 2001 [1] consultato il 10.05.2008

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Fagiolo Dell'Arco, Mario Calandri, Franco Fanelli, Vincenzo Gatti, Catalogo Generale Delle Opere Di Mario Calandri: Le Incisioni, 1937-1991. Allemandi. ISBN 8842206776
  • Bellini R., (a cura di ), Mario Calandri. Illustratore. Opere 1947-1971. Grottammare, 2000.
  • Gatti V., Giuliano C., Bellini R., Mario Calandri. Incisioni 1937 - 1949. Torino, 2004, I Quaderni del Gabinetto delle Stampe.
Controllo di autoritàVIAF (EN52509755 · SBN IT\ICCU\TO0V\021347 · LCCN (ENn87899071 · ULAN (EN500059885