Marina di Omura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Marina di Omura

Religiosa e martire

 
Nascita?
Morte11 novembre 1634
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione1981
Canonizzazione1987
Ricorrenza11 novembre

Marina di Omura (Giappone, XVI secoloNagasaki, 11 novembre 1634) è stata una religiosa giapponese; è venerata come santa e martire dalla Chiesa cattolica, che la festeggia l'11 novembre.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenne terziaria domenicana con voti religiosi privati. Fu arrestata con l'accusa di aver collaborato con i missionari occidentali e quindi bruciata viva a Nagasaki l'11 novembre del 1634.[1]

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Marina di Omura venne beatificata, insieme ad altri 15 martiri domenicani tra cui Lorenzo Ruiz, da papa Giovanni Paolo II il 18 febbraio 1981 a Manila nelle Filippine. Venne poi canonizzata a Roma il 18 ottobre 1987 ancora da Giovanni Paolo II.

La sua memoria ricorre il giorno 11 novembre mentre, assieme ai compagni martiri domenicani in Giappone, è ricordata collettivamente il 28 settembre.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Santa Marina di Omura Vergine e martire, su santiebeati.it. URL consultato l'11 novembre 2017.
  2. ^ Santi Lorenzo Ruiz di Manila e 15 compagni, su santiebeati.it. URL consultato l'11 novembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]