Maria Maddalena leggente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Maddalena leggente
Correggio, maddalena leggente, perduto.jpg
Autoriignoto e Copia da Correggio
Data1527-1530 circa
Tecnicaolio
UbicazionePerduto

Maria Maddalena leggente è un quadro a pittura a olio su tela ; copia antica di un originale perduto del Correggio, l'orignale databile al 1527-1530 circa e già nella Gemäldegalerie di Dresda, oggi perduto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal primo Seicento è possibile registrare negli inventari di collezionisti italiani e stranieri la presenza di copie di un dipinto del Correggio rappresentante Santa Maria Maddalena coricata che legge: celebri esempi ne sono una copia di Cristofano Allori e una di Sisto Badalocchio. Dal Seicento all'Ottocento la fama di questa invenzione del Correggio, quasi una controparte sacra della celebre Venere dormiente di Giorgione, raggiunse livelli altissimi.

Si è a lungo pensato che l'originale del Correggio fosse il dipinto proveniente dalla Collezione Estense di Modena e che si trovava a Dresda fino alla seconda guerra mondiale quando andò irrimediabilmente disperso.

Anche se questa attribuzione è stata messa in dubbio possiamo considerare l'opera di Dresda se non come l'originale come una fedele memoria dell'invenzione del Correggio.

L'opera italiana più vicina a quella ideata dal Correggio fu prodotta a Mantova da Giulio Romano. Questa testimonianza insieme ad altre che attestano come Isabella d'Este nutrisse un particolare interesse per la santa penitente che la aveva portata nel 1517 in pellegrinaggio a Sainte-Baume, ed aveva già ricevuto informazioni da Veronica Gambara riguardo alla maestria del Correggio a rappresentare santa Maria Maddalena, indicano fra i più verosimili committenti dell'opera del Correggio proprio la marchesa.

Altre testimonianze fanno pensare che Vittoria Colonna, che pure desiderava fare un pellegrinaggio a Sainte-Baume e aveva una speciale devozione per santa Maria Maddalena, avesse richiesto a Isabella di donarle l'originale del Correggio, che sarebbe quindi migrato a Roma, o a Ischia dove la donna risiedeva.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

La Maddalena è rappresentata sdraiata nella grotta, mentre legge un libro e con una mano tiene il capo appoggiato, dai lucidissimi capelli biondi, appena increspati.

Quando fu dipinta, la Maddalena leggente rappresentava un'iconografia piuttosto inusuale in Italia. Era invece un soggetto più noto nelle Fiandre e in quelle regioni francesi che erano in qualche modo legate alla devozione di santa Maria Maddalena. Infatti, secondo la leggenda, la santa si sarebbe recata in Provenza per evangelizzare le coste francesi e avrebbe poi terminato i suoi giorni a Sainte-Baume, ritirata in un'impervia montagna a fare penitenza. Nel santuario poi costruito in loco, si trovava una statua nella stessa posa coricata che poi tanti artisti, il Correggio incluso, avrebbero adottato per i loro dipinti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Estense ducal galleria, a cura di Patrizia Curti, Giovanna Paolozzi Strozzi, Modena, Soprintendenza per i beni artistici e storici di Modena e Reggio Emilia, 1999.
  • Giuseppe Adani, Correggio pittore universale, Silvana Editoriale, Correggio 2007. ISBN 9788836609772

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura