Marco Atilio Regolo (console 294 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Attilio Regolo
Nome originaleMarcus Atilius Regulus
FigliMarco Atilio Regolo
GensAtilia
PadreMarco Atilio Regolo Caleno
Consolato294 a.C.

Marco Atilio Regolo [1] (in latino: Marcus Atilius Regulus; fl. 294 a.C. – ...) è stato un politico e generale romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio probabilmente del console omonimo, fu eletto console nel 294 a.C. con Lucio Postumio Megello[2]. Entrambi i consoli vennero comandati di guidare l'esercito romano nel Sannio, perché si riteneva che i Sanniti stessero armando tre eserciti: uno da inviare in Etruria, un secondo in Campania ed il terzo per la difesa del loro territorio[3].

Giunto in territorio Sannita, l'esercito romano subì un attacco dai nemici, mentre si trovava ancora all'interno dell'accampamento; anche se con difficoltà, i romani riuscirono a respingere fuori dal castro gli attaccanti[4].

Quando seppe che i Sanniti si erano diretti verso Luceria, Atilio vi condusse l'esercito romano, per affrontare quello Sannita. Furono due giorni di battaglia, durissima ed incerta, durante le quali il console dovette minacciare i soldati affinché combattessero. Alla fine la vittoria fu dei romani, seppure a prezzo di gravi perdite tra le loro file. Tanto che al suo ritorno a Roma, gli fu negato il trionfo[5].

«Ma anche per i Romani quella vittoria non fu una festa: quando infatti il console fece contare i soldati che mancavano all'appello dopo quei due giorni di scontri, gli venne riferito che le perdite raggiungevano le 7.800 unità.»

(Tito Livio, Ab urbe condita libri, X, 35-36.)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]