Manly Wade Wellmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manly Wade Wellmann

Manly Wade Wellmann (Kamundongo, 21 maggio 1903Chapel Hill, 5 aprile 1986) è stato uno scrittore statunitense di origine africana, nacque in Angola da genitori statunitensi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rientrato in patria dall'Angola, completò i suoi studi iniziati in Africa, muovendosi tra Washington D.C., Salt Lake City (in Utah), Wichita (in Kansas), per laurearsi infine in giurisprudenza presso la Columbia University.

Si dedicò in seguito alla narrativa fantastica, spaziando dalla fantascienza al fantasy, oltre ad approfondire lo studio del folclore dei nativi americani, della musica tradizionale e della storia della Guerra civile americana. Servì come tenente durante la Seconda guerra mondiale.

Risiedette per gran parte della sua vita nella Carolina del Nord, prima a Pine Bluff e poi a Chapel Hill, dove morì per i postumi di una caduta nel 1986.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Scrittore prolifico, attivo in vari generi letterari, pubblicò il suo primo racconto a 24 anni su Weird Tales, per proseguire con una vasta produzione; all'interno dei suoi scritti trovano menzione speciale il Ciclo del Giudice Pursuivant (6 racconti, 1938-1982), il Ciclo del Professor Nathan Enderby (1939), il Ciclo di "John the Balladeer" e soprattutto il Ciclo di John Thunstone (19 racconti, 1943-1985). Molte delle sue opere horror e fantastiche sono ambientate sui Monti Appalachi, e sono legate al folklore indiano.

Ricevette numerosi premi e riconoscimenti per i suoi racconti ed alla carriera, come l'Edgar Allan Poe Award per la saggistica (nel 1955), il World Fantasy Award (nel 1975, nel 1980 e nel 1985), ed il prestigioso Ellery Queen's Mystery Magazine Award (nel 1946).

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Sono notevoli le influenze "magiche" del folklore tradizionale degli Ozarks e degli Appalachi. I suoi personaggi sono spesso "Indagatori dell'Occulto", che si trovano a dover affrontare case infestate e antiche maledizioni, sempre con un discreto successo; nei cicli collegati del "Giudice Pursuivant" e di "John Thunstone" appaiono frequentemente due armi magiche, le spade di San Dunstan, che si rivelano cruciali nella lotta contro le entità misteriose con cui i due protagonisti si confrontano.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN62442804 · ISNI (EN0000 0001 1656 7456 · LCCN (ENn79099330 · GND (DE122943929 · BNF (FRcb16693402d (data) · NLA (EN35599363 · NDL (ENJA00460557 · WorldCat Identities (ENlccn-n79099330