Mammiferi velenosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per mammiferi velenosi s'intendono quei mammiferi in grado di produrre sostanze tossiche, utilizzate poi per mettere fuori combattimento eventuali predatori o per paralizzare le prede.

L'evoluzione del veleno[modifica | modifica wikitesto]

Si pensa che un tempo la presenza di mammiferi velenosi fosse una cosa tutt'altro che rara: lo studio dei denti di alcuni piccoli mammiferi vissuti circa 60 milioni di anni fa (Bisonalveus browni ed un altro mammifero non classificato simile a un toporagno) ha rivelato della scanalature presenti nei canini che si ipotizza servissero a far scorrere il veleno nel corpo della vittima durante il morso, anche se la presenza di canali dentali non è obbligatoriamente indice di velenosità (scanalature dentali sono presenti anche nei primati, nei coati e nei megachirotteri). I mammiferi velenosi attualmente esistenti sono molto pochi; infatti la proprietà di secernere sostanze tossiche è appannaggio tipico di molti invertebrati degli altri vertebrati (si pensi ai serpenti, alle rane del genere Dendrobates, ai pesci pietra, o addirittura agli uccelli velenosi come i pitohui e l'ifrita della Nuova Guinea). La rarità della velenosità nei mammiferi attuali è stata spiegata ipotizzando che le loro capacità intellettive li rendano in grado di difendersi e/o predare senza dover ricorrere all'uso di apparati veleniferi costosi in termini energetici.

I mammiferi velenosi attuali[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è riportata una lista di mammiferi moderni in grado di produrre sostanze velenose.

  • Atopogale cubana (solenodonte cubano) - morso velenoso
  • Blarina brevicauda (blarina settentrionale) - morso velenoso
  • Blarina carolinensis (blarina meridionale) - morso velenoso
  • Blarina hylophaga (blarina di Elliott) - morso velenoso
  • Ictonyx striatus (zorilla striata) - secerne un fluido tossico e maleodorante dalle ghiandole anali
  • Mephitidae (moffette) - secernono un fluido tossico e maleodorante dalle ghiandole anali
  • Neomys fodiens (toporagno d'acqua europeo) - morso velenoso
  • Nycticebus coucang (lori lento) - ghiandole all'interno del gomito che secernono tossine che l'animale spalma sulla bocca e sui cuccioli, così da avere un morso velenoso.
  • Ornithorhynchus anatinus (ornitorinco) - sperone velenifero sui tarsi posteriori dei maschi.
  • Manis (pangolini) - secernono un fluido tossico e maleodorante dalle ghiandole anali
  • Solenodon paradoxus (solenodonte di Haiti) - morso velenoso
Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi