Blarina brevicauda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Toporagno settentrionale dalla coda corta
Blarina brevicauda.jpg
Blarina brevicauda
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
Ordine Soricomorpha
Famiglia Soricidae
Sottofamiglia Soricinae
Tribù Blarinini
Genere Blarina
Specie B. brevicauda
Nomenclatura binomiale
Blarina brevicauda
Say, 1823
Areale

Northern Short-tailed Shrew area.png

Il toporagno settentrionale dalla coda corta (Blarina brevicauda Say, 1823) è un mammifero soricomorfo appartenente alla famiglia Soricidae, diffuso in America Settentrionale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lungo tra i 12 e i 14 cm, cui si aggiunge una breve coda di 3 cm (a cui deve il nome), questo toporagno non differisce molto dagli altri, a causa della pelliccia grigiastra, gli occhi piccoli e le orecchie celate. Una caratteristica peculiare è invece la piccola coda pelosa.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale prevalentemente solitario[3] è attivo di notte, e usa olfatto e tatto per trovare le prede.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre per lo più di insetti e vermi, ma a differenza degli altri toporagni, ha la capacità di cacciare anche piccoli mammiferi come le arvicole o i topi, che immobilizza grazie al suo morso velenoso (caso raro tra i mammiferi). Non disdegna inoltre nutrirsi di foglie.[3]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La gestazione dura dai 17 ai 22 giorni, al termine dei quali la femmina partorisce da 3 a 7 piccoli.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive in Nord America, dal Canada meridionale agli USA settentrionali e orientali.

Vive nelle foreste decidue e di conifere, nelle paludi e nelle praterie.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List classifica B. brevicauda come specie a rischio minimo (Least Concern)[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) NatureServe (Hammerson, G.) 2008, Blarina brevicauda su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Blarina brevicauda in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ a b c Dorling Kindersley, La Biblioteca della Natura - Vol.11 - Mammiferi, London, DK ELT/Schools, 2002.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]