Magnoliaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Magnoliaceae
Magnolia kobus borealis1.jpg
Magnolia kobus
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Magnoliidi
Ordine Magnoliales
Famiglia Magnoliaceae
Juss.
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Magnoliidae
Ordine Magnoliales
Famiglia Magnoliaceae
Generi

Le Magnoliacee (Magnoliaceae Juss.) sono una famiglia di piante angiosperme appartenente all'ordine Magnoliales.[1][2]

Comprende piante arboree o arbustive a fogliame deciduo o perenne, che mostrano numerosi caratteri primitivi, tanto che per molti anni si è ritenuto erroneamente, che le Magnoliacee fossero state le prime Angiosperme apparse sulla terra (il fossile più antico di questa famiglia risale a 95 milioni di anni fa).[senza fonte]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende alberi e arbusti sempreverdi, che presentano grandi stipole pelose decidue che lasciano cicatrici intorno ai rami giovani.[3]

Le foglie sono semplici, alterne, disposte a spirale, picciolate, con margine intero, raramente lobate (Liriodendron), generalmente grandi e di consistenza coriacea.

Primo piano di un fiore di Magnolia sp.

I fiori, terminali, solitari, sono ermafroditi o più raramente unisessuali, attinomorfi, con tepali disposti a spirale (manca una netta distinzione tra petali e sepali); l'androceo e il gineceo sono provvisti di numerosi elementi liberi. Il ricettacolo è generalmente a forma di cono, su cui si inseriscono a spirale gli stami lamellari e i carpelli, ciascuno portante due ovuli.
Questa caratteristica disposizione spiraliforme di pistilli e stami attorno a un ricettacolo conico si trova in alcune angiosperme fossili ed è stata a lungo considerata come una evidenza dell'appartenenza delle magnoliacee a un ramo basale delle angiosperme.

I frutti sono dei follicoli legnosi (o delle samare nel genere Liriodendron) simili a pigne. Contengono uno o due semi di colore rosso brillante.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Nel Pliocene le magnoliacee costituivano un importante elemento della flora del clima caldo-umido dell'Europa e del bacino del Mediterraneo; successivamente i cambiamenti climatici ne hanno determinato il drastico ridimensionamento. La maggior parte delle specie vive oggi nella fascia subtropicale dell'America e dell'Asia orientale.[4][5]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende attualmente 2 soli generi:[2]

I generi Alcimandra, Aromadendron, Dugandiodendron, Kmeria, Manglietiastrum, Michelia, Parakmeria, Paramichelia, Talauma e Tsoongiodendron sono oggi inclusi nel genere Magnolia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  2. ^ a b (EN) Magnoliaceae Juss., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 19 gennaio 2021.
  3. ^ (EN) Jon L.R. Every & Amélia Baracat, Neotropical Magnoliaceae, su Neotropikey- Interactive key and information resources for flowering plants of the Neotropics, Royal Botanic Gardens, Kew, UK. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  4. ^ Pignatti S., Magnoliaceae, in Flora d'Italia Vol I, Milano, Edagricole, 2017, p. 99, ISBN 9788850652426.
  5. ^ (EN) Magnoliaceae, su Angiosperm Phylogeny Website. URL consultato il 19 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 48068 · LCCN (ENsh85079806 · GND (DE4338417-1 · BNF (FRcb12152398h (data) · J9U (ENHE987007543553805171 · NDL (ENJA00567791
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica