Samara (frutto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disegno schematico di diversi tipi di samara e disamara.

La sàmara (dal latino: samara o samera, seme dell'olmo[1]) è un frutto secco indeiscente e monospermo, con pericarpo espanso a formare una struttura membranacea detta ala, atta a sfruttare la forza del vento per una più ampia diffusione del seme contenutovi[2]. L'ala può essere sottile e simmetricamente disposta intorno al seme, come nel caso dell'olmo, oppure di forma allungata, come nel caso del frassino. Esiste anche un tipo di samara detta "bicarpellare", o disàmara, costituita generalmente da due samare affiancate simmetricamente, esempio tipico il seme dell'acero[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luigi Castiglioni e Scevola Mariotti, IL - Vocabolario della lingua latina, a cura di Piergiorgio Parroni, 4ª ed., Torino, Loescher, 2007 [1966], p. 1237, ISBN 978-88-201-6660-1.
  2. ^ sàmara, su treccani.it − Vocabolario on line, istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 9 marzo 2016.
  3. ^ samara, su treccani.it − Enciclopedie on line, istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 9 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica