Luigi Cavallero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Cavallero (Torino, 23 aprile 1907Torino, 4 maggio 1949) è stato un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un commerciante, nel 1924 si avvicina al giornalismo collaborando con alcune testate locali. Nel 1929 viene assunto a La Stampa, richiesto dal direttore Curzio Malaparte. Specializzato in giornalismo sportivo e in particolare di calcio, viene promosso caporedattore del giornale torinese. Inviato al seguito del Grande Torino, muore nella tragedia di Superga.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]