Louis Pauwels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Louis Pauwels (Parigi, 2 agosto 1920Suresnes, 28 gennaio 1997) è stato un giornalista e scrittore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autore di numerose opere tra cui Il mattino dei maghi (1960), redatto con Jacques Bergier, una sorta di "bibbia esoterica" che ha raccolto un notevole successo; riassunse il suo credo politico/filosofico in Ce que je crois (1973).

Nel 1964 fondò la rivista culturale Planète (Pianeta in Italia), che pubblicò 63 numeri fino al 1975.

Nel 1977 approdò alla direzione dei servizi culturali de Le Figaro; durante la quale vari membri dell'associazione politica GRECE, come Alain de Benoist, cominciarono a collaborare con il periodico.

Già discepolo di George Gurdjieff, ritornò alla fede cattolica negli anni ottanta.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Louis Pauwels e Jacques Bergier, Il mattino dei maghi : introduzione al realismo fantastico, traduzione di Pietro Lazzaro; prefazione Sergio Solmi, Milano, A. Mondadori, 1963.
  • Louis Pauwels, Il rogo, traduzione di Massimo Binazzi e Michele Magli, Milano, Rizzoli, 1970.
  • Louis Pauwels, Monsieur Gurdjieff, traduzione di Roberta Rambelli, Roma, Edizioni mediterranee, 1972.
  • Louis Pauwels e Jacques Bergier, L'uomo eterno, traduzione di Raffaele Rinaldi, Milano, A. Mondadori, 1972.
  • Louis Pauwels, Lettera aperta alla gente felice e che ha ben ragione di esserlo, traduzione di F. Brunelli, Roma, Giovanni Volpe Editore, 1974.
  • Louis Pauwels e Jacques Bergier, Il pianeta dell'impossibile, Roma, Edizioni mediterranee, 1975.
  • Louis Pauwels, Guida alla serenità, traduzione di Antonio Zappalà, Padova, MEB, 1987.
  • Louis Pauwels, Che cos'è la meditazione : un ponte tra Oriente e Occidente, traduzione di Antonio Zappalà, Padova, MEB, 1996.
Controllo di autoritàVIAF (EN68934008 · ISNI (EN0000 0001 0911 8193 · LCCN (ENn50052792 · GND (DE118948660 · BNF (FRcb119188455 (data)