Lockheed Martin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lockheed-Martin)
Jump to navigation Jump to search
Lockheed Martin
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Borse valoriNYSE: LMT
ISINUS5398301094
Fondazione1995 (fusione della Lockheed Corporation e Martin Marietta)
Sede principaleBethesda
Persone chiaveRobert J. Stevens, presidente, presidente e CEO
Settore
Prodotti
Fatturato51,048 miliardi $ (2017)
Utile netto5,921 miliardi $ (2017)
Dipendenti~100.000 (2017)
Slogan«We never forget who we're working for»
Sito web

La Lockheed Martin è un'azienda attiva nei settori dell'ingegneria aerospaziale e della difesa. Formatasi nel 1995 dalla fusione tra la Lockheed Corporation e la Martin Marietta, attualmente ha sede a Bethesda (Maryland), e impiega circa 140.000 persone. È attiva in quattro settori di business: aeronautica (27% dei 45.2 miliardi di dollari di fatturato nel 2009), sistemi elettronici (27%), sistemi informativi e soluzioni globali (27%) e sistemi spaziali (19%).

L'azienda è il maggior contraente militare degli Stati Uniti; nel 2009, l'85% (38.4 miliardi di dollari) del suo fatturato proveniva dai contratti con il ministero della difesa o con altre agenzie federali, e un altro 13% da governi stranieri.[1]

Il 31 agosto 2006 la Lockheed Martin si è aggiudicata l'appalto per la costruzione del veicolo spaziale Orione, con il quale la NASA ha intenzione di riportare l'uomo sulla Luna.

Il 20 luglio 2015 annuncia di aver comprato Sikorsky da United Technologies per 9 miliardi di dollari.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Aeronautica
  • Lockheed Martin Aeronautics
Sistemi elettronici
  • Lockheed Martin Canada
  • Lockheed Martin Australia
  • Lockheed Martin Mission Systems and Sensors
  • Lockheed Martin Missiles and Fire Control
  • Lockheed Martin Global Training and Logistics
  • Lockheed Martin Advanced Technology Laboratories
  • Sandia Corporation
Sistemi informativi e soluzioni globali
  • Lockheed Martin IS&GS-Civil
  • Lockheed Martin IS&GS-Defense
  • Lockheed Martin IS&GS-National
  • Lockheed Martin Orincon
  • Lockheed Martin STASYS
  • Lockheed Martin Technology Ventures
Spazio
  • Lockheed Martin Space Systems
Altro
  • LMC Properties
  • Lockheed Martin Aircraft Argentina SA (ex Fabrica Militar de Aviones)
  • Lockheed Martin Enterprise Business Services
  • Lockheed Martin Finance Corporation
  • Lockheed Martin U.K.
  • Pacific Architects & Engineers – società di proprietà LockMart
Joint ventures
  • International Launch Services (con Khrunichev, RSC Energia)
  • Lockheed Martin Alenia Tactical Transport Systems (con Leonardo)
  • MEADS International (con EADS e MBDA)
  • Space Imaging (46%, il restante è pubblico)
  • United Launch Alliance (con Boeing)
  • United Space Alliance (con Boeing)
  • Kelly Aviation Center (con General Electric e Rolls-Royce plc)
  • Protector USV – un veicolo terrestre con Rafael Advanced Defense Systems e BAE Systems
  • Defense Support Services (DS2) (con Day & Zimmermann)
  • Lockheed Martin Jv (con la compagnia indiana Tata Advanced Systems Limited)

Mars Climate Orbiter[modifica | modifica wikitesto]

La Lockheed Martin realizzò la sonda Mars Climate Orbiter per la NASA dal costo di 328 milioni di dollari il cui computer di bordo era programmato con il sistema imperiale usato dal produttore al posto del sistema internazionale MKS usato dalla NASA

Sonda Genesis e Sonda Stardust[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sonda Genesis e Sonda Stardust.

La Lockheed Martin realizzò le sonde Genesis e Stardust utilizzando un Accelerometro simmetrico destinato a far atterrare dolcemente le sonde senza attuare le procedure di pre-test sulla sonda elaborate dalla NASA

Genesis aveva il sensore capovolto e non aprì il paracadute distruggendo buona parte del carico utile[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2009 Annual Report (PDF), LockheedMartin.com. URL consultato il 24 agosto 2012.
  2. ^ (EN) Official: Genesis Pre-Launch Test Skipped, su space.com. URL consultato il 24 aprile 2006 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2006).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN143228619 · ISNI (EN0000 0000 9688 3311 · LCCN (ENn95082784