Lieven de Key

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lieven de Key (Gand, 1560Haarlem, 17 luglio 1627) è stato un architetto fiammingo attivo nei Paesi bassi. È considerato come une dei più grandi esponenti del Secolo d'oro olandese, con Hendrick de Keyser il Vecchio. Il suo lavoro, influenzato dal Manierismo, segna un vertice del Rinascimento olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Particolare della facciata del Municipio di Leida.

Nato a Gent verso il 1560, Lieven de Key fu uno dei 15.000 emigranti originari dei Paesi Bassi meridionali che si stabilirono nelle Province Unite in seguito alla religiosa Guerra degli ottant'anni, e in particolare dopo che nel 1584 Alessandro Farnese riconquistò la regione per conto della Spagna.

Dapprima stabilitosi a Londra nel 1580, dal 1591 si trasferisce in Olanda per lavorare come architetto municipale a Leida e in seguito ad Haarlem, dal 1592. Ad Haarlem, in particolare, eresse numerosi edifici, anche a causa del grande incendio del 1576 che rovinò gran parte della città.

Senza dubbi l'esempio più grandioso ed emblematico del suo stile architettonico è il Mercato delle Carni. Eretto nel 1601 nella caratteristica combinazione di mattoni e pietra chiara, tipico del XVII secolo olandese, si rimarca per la profusione di decorazioni sui frontoni, finestre e portali.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25466582 · ISNI (EN0000 0001 2320 0820 · LCCN (ENn96003662 · GND (DE121733777 · BNF (FRcb13511936c (data) · CERL cnp00566253