Lega del filo d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francobollo emesso nel 2004 in occasione del quarantennale della fondazione

La Lega del filo d'oro è un'associazione ONLUS fondata nel 1964 dedicata all'assistenza ed alla riabilitazione di persone sordocieche.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'associazione è stata fondata nel 1964 ad Osimo[1] da Sabina Santilli, sordocieca dall'infanzia, e tre anni dopo ha ricevuto riconoscimento come ente morale. Nel 1974 avviene il riconoscimento come "Istituto di riabilitazione" da parte del Ministero della Sanità, e due anni più tardi il Ministero della Pubblica Istruzione dichiara "Istituzione sperimentale nel campo dei pluriminorati psicosensoriali sordociechi" per la sua attività di ricerca. Nel 1998 avviene il riconoscimento come Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS). Nel 2004, in occasione del quarantennale dalla fondazione, le Poste italiane emettono un francobollo commemorativo.

Attività[modifica | modifica sorgente]

Il compito primario dell'associazione è «l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero ed il reinserimento dei non vedenti privi di udito e dei pluriminorati psicosensoriali.»[2]

Oltre a questo l'associazione svolge attività di ricerca scientifica e sperimentazione in collaborazione con diverse università, in particolare con l'unità di epidemiologia dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. Effettua diagnosi per individuare malattie rare o ereditarie che causano sordocecità come la sindrome di Usher. Da oltre venti anni il musicista Renzo Arbore è testimonial dell'associazione.[3]

Sedi[modifica | modifica sorgente]

L'associazione ha sede principale ad Osimo (Marche).

In Italia ha quattro sedi in cui svolge l'attività di riabilitazione, tutte certificate UNI EN ISO 9001:2000:

Inoltre vi sono diverse sedi territoriali in cui l'associazione offre assistenza alle persone pluriminorate psicosensoriali cercando di favorire l'inserimento nella società:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La Lega del filo d'oro spegne 47 candeline., Il Resto del Carlino, 21 dicembre 2011. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  2. ^ Statuto dell'associazione art. 2
  3. ^ Renzo Arbore, vent'anni a sostegno della "Lega del filo d'oro"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Comunità sorde Portale Comunità sorde: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Comunità sorde