La vie en rouge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La vie en rouge
ArtistaEnrico Ruggeri
Tipo albumLive
Pubblicazione2001
DurataCD 1: 53 min, 01 s CD 2: 56 min, 59 s
Dischi2
TracceCD 1: 12 CD 2: 12
GenereRock acustico
Pop
Jazz
Swing
EtichettaSony Music
Enrico Ruggeri - cronologia
Album precedente
(2000)
Album successivo
(2003)

« Ma io sono ancora come allora, vivo e sogno come allora, come allora sono qui »

(La vie en rouge - Enrico Ruggeri)

La vie en rouge è un doppio album live di Enrico Ruggeri.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo dell'album e i testi dei due brani inediti si rifanno alla sua vita. Fu riedito l'anno successivo aggiungendo altri due inediti in studio: Primavera a Sarajevo, presentata al Festival di Sanremo di quell'anno, e I naviganti. Ci sono alcune differenze sostanziali tra le copertine delle due edizioni: nella seconda sparisce la scritta In concerto in alto a destra e le rose che tiene in mano l'uomo di cui si vedono solo le gambe incrociate diventano, da una sola, nove e compare un petalo per terra, che nella prima edizione non c'era. Tutti gli arrangiamenti dei brani sono in chiave Folk.

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

CD 1
  1. La vie en rouge (inedito in studio) - 4:09
  2. Rien ne va plus - 4:55
  3. Certe donne - 3:59
  4. Quello che le donne non dicono - 4:34
  5. Bratiska - 3:34 (Luigi Schiavone suona il mandolino)
  6. Il portiere di notte - 5:28
  7. Con la memoria - 3:17
  8. Il giudizio universale - 3:39
  9. Nuovo swing - 5:19
  10. Ulisse/Fango e stelle - 4:41
  11. Mistero - 4:06 (Con Andrea Mirò alla chitarra acustica) (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
  12. Peter Pan - 5:20 (Con Andrea Mirò alla chitarra acustica) (Davide Brambilla suona le tastiere) (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
CD 2
  1. Quante vite avrei voluto (inedito in studio) - 4:55
  2. Polvere - 4:46 (Con Andrea Mirò al violino)
  3. La bandiera - 4:49
  4. Vola via - 4:31 (Davide Brambilla suona le tastiere) (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
  5. Gimondi e il Cannibale - 6:13
  6. Prima del temporale - 4:17 (Alberto guareschi suona il basso elettrico)
  7. I dubbi dell'amore - 5:04 (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
  8. Il futuro è un'ipotesi - 4:42 (Con Andrea Mirò alla chitarra acustica) (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
  9. Marta che parla con Dio - 4:12
  10. Anna e il freddo che ha - 4:45 (Con Andrea Mirò alla chitarra acustica)
  11. Il mare d'inverno - 4:39 (Alberto Guareschi suona il basso elettrico)
  12. Contessa - 4:06 (Con Andrea Mirò al violino)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]