La principessa di ghiaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La principessa di ghiaccio
Titolo originale Isprinsessan
Autore Camilla Läckberg
1ª ed. originale 2002
1ª ed. italiana 2010[1]
Genere romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale svedese
Ambientazione Svezia
Protagonisti Erica Falck, Patrik Hedström
Seguito da Il predicatore

La principessa di ghiaccio (titolo originale: Isprinsessan) è un romanzo giallo della scrittrice svedese Camilla Läckberg pubblicato in Svezia nel 2002. In Francia è stato vincitore del Grand Prix de Littérature Policière, sarà inoltre tratto un film basato sul romanzo.[2]

È il primo libro della serie che ha per protagonisti la scrittrice Erica Falck e il poliziotto Patrik Hedström.

La prima edizione del romanzo è stata pubblicata nell'anno 2010[1] da Marsilio.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nella piccola città balneare svedese di Fjällbacka, in pieno inverno, viene ritrovato il cadavere di una giovane donna, Alexandra Wijkner, dentro la vasca da bagno piena di acqua ghiacciata. Suicidio o omicidio? L'autopsia rivela che Alexandra è stata drogata e poi uccisa. Erica, scrittrice amica d’infanzia della vittima, indaga sulla morte misteriosa insieme all’amico Patrick Hedström, poliziotto presso il locale commissariato.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Alexandra Carlgren Wijkner, la principessa di ghiaccio; Il suo corpo senza vita è ritrovato in una vasca piena di acqua ghiacciata. Amica d’infanzia di Erica, si sono improvvisamente perse di vista, all’età di 12 anni, quando i genitori di Alexandra si sono trasferiti in un’altra città. Dopo aver studiato storia dell’arte a Parigi, Alexandra ha aperto una galleria d'arte a Göteborg con l’amica Francine. Da qualche mese, passava tutti i suoi week-end a Fjällbacka nell’antica casa di famiglia.
  • Erica Falck, la protagonista del racconto che scrive biografie e un libro apposta per la sua vecchia amica Alexandra; insieme al poliziotto Patrick Hedström si trova ad indagare sulla morte della sua amica. I suoi genitori sono morti da poco.
  • Patrick Hedström, poliziotto di Tanumshede che indaga sulla morte di Alexandra; può considerarsi uno spasimante di Erica.

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

  • Adrian, figlio di Anna.
  • Anders Nilsson, pittore alcolizzato che frequentava Alexandra.
  • Anna, sorella minore di Erica.
  • Annika Jansson, segretaria di Bertil.
  • Arvid, marito di Vera, deceduto.
  • Axel Wennerstrom, ex professore di Erica; ha la fobia dei microbi e non esce mai dalla sua abitazione.
  • Belinda, figlia di Dan e Pernilla.
  • Bengt Larsson, amico di Anders, è innamorato di Maud; deruba una banca e viene arrestato.
  • Bertil Mellberg, commissario di Tanumshede.
  • Birgit, madre di Alexandra.
  • Carina, moglie di Robert.
  • Dagmar Petren, dirimpettaia di Alexandra fornisce informazioni importanti a Bertil durante le indagini.
  • Dan, ex fidanzato di Erica, attuale marito di Pernilla.
  • Dott. Jacobbson, medico del paese.
  • Eiler, marito di Svea è il primo a trovare il cadavere di Alexandra.
  • Elisabeth (Norin), moglie di Stig morta con lui nel rogo della loro abitazione.
  • Elna Persson, amica di Erica con problemi di obesità.
  • Elsy, madre di Erica.
  • Emma, figlia di Anna.
  • Ernst Lundgren, poliziotto di Tanumshede, leccapiedi del suo capo (Bertil).
  • Eva, commessa del negozio di alimentari.
  • Fabian Lorentz, marito di Nelly.
  • Francine Bjoux (Sandberg), amica di studi a Parigi di Alexandra.
  • Gosta Flygare, anziano poliziotto Tanumshede, appassionato di golf; sua moglie è morta a di cancro.
  • Henrik Wijkner, marito di Alexandra.
  • Jan Norin (Lorentz), figlio adottivo dei Lorentz.
  • Janne, collega di Lena.
  • Jenny (Rosen), testimone del delitto di Alexandra; è la madre di Max, vicina di casa di Anders.
  • Julia Carlgren, sorella minore di Alexandra decisamente poco attraente.
  • Karin, ex fidanzata di Patrick.
  • Karl-Erik, padre di Alexandra.
  • Kjell Heck, immobiliarista.
  • Lars Thelander, idraulico che sistema la caldaia di Alexandra.
  • Leif, uomo amante di Karin.
  • Lena Waltin, poliziotta di Uddevalla.
  • Lennart, marito di Annika.
  • Lisa, moglie di Jan.
  • Lisen, figlia di Dan e Pernilla.
  • Loma, sorella minore di Patrick.
  • Lucas Maxwell, marito di Anna.
  • Malin, figlia di Dan e Pernilla.
  • Marianne, avvocato, amica universitaria di Erica.
  • Martin Molin, poliziotto novellino di Tanumshede.
  • Mata, figlia di Robert.
  • Maud, ragazza che approfitta di Bengt per soldi.
  • Max Rosen, figlio di Jenny.
  • Nelly Lorentz, industriale di Fjallbacka moglie di Fabian.
  • Nils Lorentz, figlio dei Lorentz morto.
  • Oscar, figlio di Robert.
  • Pernilla, moglie di Dan.
  • Pohl, agente che informa Vera della morte di Arvid.
  • Robert, ex compagno di accademia di Patrick, ora medico legale.
  • Selma Lagerlof, scrittrice svedese.
  • Signe, postino, porta il giornale ad Axel.
  • Siv Persson, lavora nei servizi sociali si occupa del caso Jan nel '75.
  • Stig Norin, marito di Elisabeth morto bruciato in casa con la moglie.
  • Svea, moglie di Eiler.
  • Tord Pedersen, patologo, medico legale di Goteborg, esegue l'autopsia sul corpo di Alexandra.
  • Tore Falck, padre di Erica.
  • Ulla Persson, zia di Alexandra.
  • Vera, governante dei Lorentz madre di Anders e moglie di Arvid.
  • Vicky Lind, operatrice dei servizi sociali.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Camilla Lackberg, La principessa di ghiaccio, traduzione di Laura Cangemi, Marsilio, 2010. ISBN 978-88-317-9957-7.
  • Camilla Lackberg, La principessa di ghiaccio, traduzione di Laura Cangemi, Marsilio, 2011. ISBN 978-88-317-0787-9.
  • Camilla Lackberg, La principessa di ghiaccio, traduzione di Laura Cangemi, RL Libri, 2011. ISBN 978-88-462-1111-8.
  • Camilla Lackberg, La principessa di ghiaccio, traduzione di Laura Cangemi, Marsilio, 2012. ISBN 978-88-317-1467-9.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Catalogo SBN.
  2. ^ scheda dell'autore dell'editore Marsilio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]