La Ciapa Rusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Ciapa Rusa
Paese d'origineItalia Italia
GenereFolk
Periodo di attività musicale1977 – 1997
Album pubblicati7

La Ciapa Rusa è stato un gruppo piemontese di musica tradizionale italiana. Deve il suo nome (la pezza rossa) al soprannome con cui era un tempo conosciuta una famiglia di cantori tradizionali di Bozzole, in provincia di Alessandria[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo si forma nel 1977 per iniziativa di Maurizio Martinotti e Beppe Greppi con l'intento di raccogliere registrazioni e filmati degli anziani cantori e suonatori, documentando il patrimonio musicale di tradizione contadina sopravvissuto allo sgretolarsi della società rurale. Fase importante della loro ricerca è stata la raccolta e lo studio dei balli antichi: monferrine, alessandrine, curente, perigurdini, gighe, piane, sestrine, dell'area detta delle quattro province[1].

Ha effettuato tournée in Francia, Belgio, Germania, Paesi Bassi, Danimarca, Svizzera, Inghilterra, Austria, Spagna, Portogallo, Finlandia, Stati Uniti, Canada.

Il gruppo si è sciolto nel 1997[2]. Alcuni suoi membri hanno poi fondato i Tendachënt.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

A sei anni dallo scioglimento La Ciapa Rusa si è incontrata per un unico concerto, che ha ripercorso la sua storia attraverso i brani più significativi del repertorio, si è tenuto il 12 luglio 2003 a Casale Monferrato, in occasione della ventesima edizione della rassegna Folkermesse con la seguente formazione[3]:

  • Donata Pinti: canto
  • Betti Zambruno: canto
  • Maurizio Martinotti: canto, ghironda, mandoloncello, rava, scacciapensieri
  • Beppe Greppi: canto, organetto
  • Maurizio Padovan: violino, canto
  • Gerardo Cardinale: flauti dolci
  • Lorenzo Boioli: piffero, ocarina, rava, percussioni
  • Marco Cimino: tastiere
  • Patrick Novara: piva, oboe, bombarda, clarinetto
  • Devis Longo: tastiere, sax soprano, canto
  • Bruno Raiteri: violino, tastiere, canto
  • Sergio Caputo: violino, canto
  • Enrico Negro: chitarra acustica
  • Gerardo Savone: basso
  • Luciano Alì: batteria.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ten da chent l`archet che la sunada l`è longa (Madau Dischi D08) -Premio della critica discografica italiana 1982
  • Stranot d`amur (Madau Dischi D014) 1984
  • O senti' che bel cantà (Robi Droli RD001) 1985
  • Faruaji (Robi Droli RD004) 1987
  • Antologia (Robi Droli RDC0016) 1990
  • Retanavota (NewtoneNT6708) 1992
  • Aji e Safràn (Newtone 6729) 1994
  • Diario di bordo FolkClub Etnosuoni 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Alessandro Bolli, Dizionario dei Nomi Rock, Padova, Arcana editrice, 1998, ISBN 978-88-7966-172-0.
  2. ^ La Ciapa Rusa in folkclubethnosuoni.com
  3. ^ La Ciapa Rusa Archiviato il 25 settembre 2015 in Internet Archive. nel sito ufficiale dei Tendachënt

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 0676 1300
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica