Laçın

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Laçın / Berdzor
comune
Laçın / Berdzor – Veduta
Localizzazione
StatoAzerbaigian Azerbaigian
Artsakh Artsakh
DistrettoLaçın
Territorio
Coordinate39°38′27″N 46°32′49″E / 39.640833°N 46.546944°E39.640833; 46.546944 (Laçın / Berdzor)Coordinate: 39°38′27″N 46°32′49″E / 39.640833°N 46.546944°E39.640833; 46.546944 (Laçın / Berdzor)
Altitudine889 m s.l.m.
Abitanti1 900 (2015)
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+4
Cartografia
Mappa di localizzazione: Azerbaigian
Laçın / Berdzor
Laçın / Berdzor

Laçın, oggi Berjor o Berdzor (armeno Բերձոր), è una comunità urbana situata all'interno della Regione di Kashatagh, di cui è capoluogo. Prima della guerra del Nagorno Karabakh era il capoluogo del distretto di Laçın facente parte dell'Azerbaigian.

La città conta attualmente circa 1 900 abitanti.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1923 la città era conosciuta con il nome di Abdalyar. Il 7 luglio acquisì il nome curdo di Laçın e divenne la capitale dello Uyezd del Kurdistan, più conosciuto con il nome di "Kurdistan Rosso" che fu sciolto nel 1929. La maggior parte della popolazione curda venne sostituita da popolazione di etnia azera.

Nel maggio 1992, nel corso della guerra del Nagorno Karabakh, l'Esercito di difesa del Nagorno Karabakh, dopo aver conquistato Shushi nel corso della battaglia dell'8 maggio, occupò Laçın e liberò l'omonimo corridoio.

Situazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Fino al primo settembre 2017, la strada che la congiunge alla città armena di Goris era l'unico accesso rotabile per la repubblica dell'Artsakh: questa circostanza aveva da un lato giovato all'economia locale, ma d'altra parte aveva trasformato la città in un mero luogo di transito verso la capitale Step'anakert che dista circa cinquanta chilometri. A partire da tale data è stato inaugurato il nuovo collegamento stradale tra Martakert e Vardenis in Armenia, attraverso il passo Sodk ed è presumibile che il flusso veicolare sul vecchio tracciato sia destinato progressivamente a diminuire.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ufficio di statistica della repubblica del Nagorno Karabakh, Report 2015
  2. ^ Asbarez. com, 1-09-2017

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN135077913 · LCCN (ENn2005016125
Asia Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Asia