L'eredità della zia d'America (film 1951)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'eredità della zia d'America
Titolo originaleDas Haus in Montevideo
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania Ovest
Anno1951
Durata105 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generecommedia
RegiaCurt Goetz, Valerie von Martens
Soggettodal lavoro teatrale Das Haus in Montevideo di Curt Goetz
SceneggiaturaHans Domnick e Curt Goetz
ProduttoreHans Domnick
Casa di produzioneDomnick Filmproduktion (DFP)
FotografiaWerner Krien
MusicheFranz Grothe
ScenografiaEmil Hasler
Interpreti e personaggi

L'eredità della zia d'America (Das Haus in Montevideo) è un film del 1951, diretto da Curt Goetz e Valerie von Martens.

La sceneggiatura si basa su Das Haus in Montevideo un lavoro teatrale firmato dallo stesso Goetz. L'attore, sposato a Valerie von Martens, era stato protagonista della commedia anche a teatro, sempre a fianco della moglie.

La storia fu ripresa nel 1963 da Helmut Käutner che ne fece un remake interpretato da Heinz Rühmann e Ruth Leuwerik.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La morigerata vita oltremodo tranquilla e felice del professor Nägler, di sua moglie Marianne e dei loro numerosi bambini viene scombussolata quando Atlanta, la figlia più grande, eredita la casa di Montevideo della zia, sorella di Nägler.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Domnick Filmproduktion (DFP).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Herzog-Filmverleih, uscì nelle sale cinematografiche della Germania Federale l'8 novembre 1951. Il film poi venne distribuito anche nella DDR, ma solo due anni e mezzo più tardi, il 23 aprile 1954[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema