Kill the Poor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kill the Poor
Artista Dead Kennedys
Tipo album Singolo
Pubblicazione ottobre 1980
Durata 3:07
Dischi 1
Tracce 2
Genere Hardcore punk
Etichetta Cherry Red Records, Alternative Tentacles
Note n. 49 Gran Bretagna
Dead Kennedys - cronologia
Singolo successivo
(1981)

Kill the Poor è il terzo singolo del gruppo musicale hardcore punk statunitense Dead Kennedys, pubblicato nell'ottobre 1980 dall'etichetta discografica Cherry Red. Il lato B del 45 giri è In-sight.

Il brano è stato scritto da Jello Biafra e East Bay Ray ed è stato estratto dall'album d'esordio del gruppo, Fresh Fruit for Rotting Vegetables.[1]

Ha raggiunto la quarantanovesima posizione della classifica britannica dei singoli.[2]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una canzone che consiste in una provocazione satirica, un invito ad eliminare i disoccupati e le persone che vivono in condizioni di povertà mediante una bomba a neutroni, poiché l'utilizzo di questa arma, "bello, veloce, pulito ed efficace", libererebbe la società da questi parassiti. Il testo del brano è stato spesso associato ad una proposta fatta da Jonathan Swift nel XVIII secolo, simile nel contenuto. L'idea per il brano venne da una vecchia intervista dei Devo alla fanzine Search & Destroy.[3] Kill the Poor divenne il terzo singolo estratto dall'album. La versione singolo è un mix diverso della canzone rispetto a quella inclusa nell'album. Un'immagine del Congresso del Partito Repubblicano statunitense fu usata come pubblicità per il 45 giri.

Una versione speciale della canzone, intitolata "Disco Version", venne eseguita e registrata il 3 marzo 1979 e successivamente pubblicata sull'album dal vivo Live at the Deaf Club.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1980) Posizione
raggiunta
Regno Unito[2] 49

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kill the Poor su italiancharts.com, italiancharts.com. URL consultato il 15 agosto 2010.
  2. ^ a b Kill the Poor su chartstats.com, chartstats.com. URL consultato il 15 agosto 2010.
  3. ^ Michael Stewart Foley, 33 ⅓: Fresh Fruit for Rotting Vegetables, New York: Bloomsbury Academic, 2015, pag. 114, ISBN 978-1-6235-6730-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica