Kill the Poor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kill the Poor
Artista Dead Kennedys
Tipo album Singolo
Pubblicazione ottobre 1980
Durata 3:07
Dischi 1
Tracce 2
Genere Hardcore punk
Etichetta Cherry Red Records,
Alternative Tentacles
Note n. 49 Gran Bretagna
Dead Kennedys - cronologia
Singolo successivo
(1981)

Kill the Poor è il terzo singolo del gruppo musicale hardcore punk statunitense Dead Kennedys, pubblicato nell'ottobre 1980 dall'etichetta discografica Cherry Red. Il lato B del 45 giri è In-sight.

Il brano è stato scritto da Jello Biafra e East Bay Ray ed è stato estratto dall'album d'esordio del gruppo, Fresh Fruit for Rotting Vegetables.[1]

Ha raggiunto la quarantanovesima posizione della classifica britannica dei singoli.[2]

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone consiste in una provocazione satirica: un invito ad eliminare i disoccupati e le persone che vivono in condizioni di povertà mediante una bomba a neutroni, poiché l'utilizzo di questa arma, "bella, veloce, pulita ed efficace", libererebbe la società da questi "parassiti". Il testo del brano è stato spesso associato ad una ironica proposta fatta da Jonathan Swift nel XVIII secolo, simile nel contenuto. Pare che l'idea per il brano sia venuta da una vecchia intervista dei Devo alla fanzine Search & Destroy.[3] Kill the Poor divenne il terzo singolo estratto dall'album. La versione singolo è un mix diverso della canzone rispetto a quella inclusa nell'album. Un'immagine del Congresso del Partito Repubblicano statunitense fu usata come pubblicità per il 45 giri.

Una versione speciale della canzone, intitolata "Disco Version", venne eseguita e registrata il 3 marzo 1979 e successivamente pubblicata sull'album dal vivo Live at the Deaf Club.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1980) Posizione
raggiunta
Regno Unito[2] 49

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kill the Poor su italiancharts.com, italiancharts.com. URL consultato il 15 agosto 2010.
  2. ^ a b Kill the Poor su chartstats.com, chartstats.com. URL consultato il 15 agosto 2010.
  3. ^ Michael Stewart Foley, 33 ⅓: Fresh Fruit for Rotting Vegetables, New York: Bloomsbury Academic, 2015, pag. 114, ISBN 978-1-6235-6730-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica