Kilamba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nova Cidade de Kilamba
città
Cidade do Kilamba - Kilamba Kiaxi
Nova Cidade de Kilamba – Veduta
Localizzazione
StatoAngola Angola
ProvinciaLuanda
MunicipalitàKilamba Kiaxi
Territorio
Coordinate9°00′00″S 13°16′00″E / 9°S 13.266667°E-9; 13.266667 (Nova Cidade de Kilamba)Coordinate: 9°00′00″S 13°16′00″E / 9°S 13.266667°E-9; 13.266667 (Nova Cidade de Kilamba)
Altitudine100 m s.l.m.
Superficie54 km²
Abitanti80 000 (Giugno 2015[1])
Densità1 481,48 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Angola
Nova Cidade de Kilamba
Nova Cidade de Kilamba

Cidade do Kilamba - Kilamba Kiaxi è una città dell'Angola, nella municipalità di Kilamba Kiaxi e nella provincia di Luanda, inaugurata l'11 luglio del 2011 e progettata da una società cinese che sta investendo miliardi di dollari per colonizzare l’Africa allo scopo contenere la sede amministrativa della circoscrizione di Belas, recentemente creata.[2]

La città di Kilamba è localizzata a circa 20 chilometri a sud del centro della capitale Luanda, ed è famosa per ospitare lo Stadio Nazionale 11 novembre, utilizzato nella Coppa d'Africa del 2010. Il progetto fu concepito per essere sviluppato in tre fasi, con un totale di 82.000 abitazioni e una superficie totale di 54 chilometri quadrati. Una prima ideazione del piano fu resa pubblica il 31 agosto del 2008, per ricevere poi l'inaugurazione ufficiale l'11 luglio del 2011 dal Presidente della Repubblica José Eduardo dos Santos.[3]

Mappa di un quartiere di Kilamba, ancora in fase di costruzione completa, nel maggio del 2011.

Inizialmente, si prevedeva di dare alloggio a diciannovemila persone disposte in 115 palazzi o grattacieli, per un totale di 3.180 appartamenti, con tanto di scuole, istituzioni finanziarie ed aree pubbliche integrate. Secondo Manuel Vicente, Presidente del Consiglio di Amministrazione a Sonangol, la formalizzazione del primo stadio dell'opera comportava dieci chilometri di strada, 48 supermercati, parchi di divertimento, passaggio di linee ferroviarie e di autobus, nonché altre strutture nel centro della città. Lo scopo iniziale del progetto comprendeva 710 edifici, 24 centri educativi per l'infanzia, nove scuole primarie, otto secondarie e cinquanta chilometri di strada in tutto.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Kilamba è suddivisa in quattro quartieri, ognuno contenente una scuola materna, particolarmente all'avanguardia per gli impianti di aria condizionata nella totalità delle aule. Una pista di atletica leggera ed un campo regolamentare da calcio affermano una certa impronta sportiva della città. Due centrali elettriche forniscono energia alla città angolana, e l'acqua potabile è stata bonificata ulteriormente, mentre l'acqua non potabile è stata del tutto depurata o deputata a fini non domestici. La città non possiede alcuna barriera architettonica, in modo che le persone portatrici di handicap possano circolare con sicurezza autonomamente. La città è fornita, inoltre, di un ospedale pubblico, alcune cliniche private e dodici altri centri sanitari di competenza nazionale.

È prevista l'installazione di vari cassonetti per i rifiuti, in modo da consentire la raccolta differenziata di quelli non ancora catalogati. All'esterno della zona residenziale, si trovano spazi riservati all'investimento privato, accessibili a quanti volessero creare un luogo, di dominio pubblico o meno; tra i progetti già in corso figurerebbe la prima biblioteca cittadina, oltre ad alcuni centri commerciali a somma di quelli precedenti.[4]

Veduta di Kilamba, in un quartiere adiacente alle principali zone verdi, durante il completamento della sua costruzione, nel maggio del 2011.

Nella città di Kilamba, inoltre, verranno realizzati edifici che rivestiranno un ruolo fondamentale nella vita sociopolitica della zona, come il Tribunale comunale e l'Assessorato della Provincia di Luanda, in cooperazione con quello principale, proprio nella capitale angolana.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Africa Centrale Portale Africa Centrale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Centrale