Kepler-47

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kepler-47
Il sistema binario Kepler-47 e i suoi 2 pianeti in una rappresentazione artisticaIl sistema binario Kepler-47 e i suoi 2 pianeti in una rappresentazione artistica
Classificazione Stella binaria
Classe spettrale G / M
Distanza dal Sole 4900 anni luce
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 19h 41m 11,501s
Declinazione +46° 55′ 13,68″
Dati fisici
Raggio medio 0,96 / 0,35 R
Massa
1,043 / 0,36[1] M
Temperatura
superficiale
5636 / 3357 K[1] (media)
Luminosità
0,84 / 0,014 L
Dati osservativi
Magnitudine app.
+15,18 (media)
Nomenclature alternative
KOI 3154, 2MASS J19411149+4655136

Kepler-47 è una stella binaria situata nella costellazione del Cigno, a 4900 anni luce circa dal sistema solare.

Il sistema è formato da una nana gialla piuttosto simile al Sole, e da una debole nana rossa, che orbitano attorno al comune centro di massa in un periodo di 7,5 giorni. Nell'agosto del 2012 sono stati scoperti due pianeti extrasolari orbitanti attorno alla coppia di stelle;[2] al momento della scoperta si tratta del primo caso di pianeta circumbinario doppio, cioè della presenza di due pianeti attorno ad un sistema binario.

Caratteristiche delle stelle[modifica | modifica sorgente]

Kepler-47 A è una nana gialla con una massa paragonabile a quella solare, ma di poco più piccola e meno luminosa. Kepler-47 B invece è una nana rossa con massa e raggio poco più di un terzo di quelli del Sole. La distanza tra le due stelle è di 0,08 UA, circa 12,5 milioni di km.

Sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di Kepler-47 raffrontato con il sistema solare.

I pianeti sono stati scoperti nel 2012 con il metodo del transito da un team di astronomi americani e israeliani guidati da Jerome Orosz, dell'Università di San Diego, grazie a osservazioni con il telescopio spaziale Kepler.

Il primo pianeta in ordine di distanza dalla coppia di stelle, Kepler-47 (AB)b, ha un raggio triplo rispetto a quello della Terra, dista 0,3 UA e ha un periodo orbitale di circa 50 giorni. Il secondo pianeta, Kepler-47 (AB)c, è un po' più grande e dista 0,98 UA, quasi la stessa distanza della Terra dal Sole, orbitando attorno alla coppia di stelle in 303 giorni[1]. La distanza e la luminosità delle stelle è tale da porre questo pianeta all'interno della zona abitabile; quindi, anche se il pianeta pare sia un gigante gassoso, un suo satellite potrebbe avere acqua liquida in superficie.

Greg Laughlin, professore di Astrofisica e Scienze Planetarie presso l'Università della California a Santa Cruz, giudica la scoperta come "incredibile", in quanto la formazione di sistemi come questi è improbabile date le teorie universalmente accettate, e questa scoperta potrebbe portare indizi sulle modalità di formazione dei sistemi planetari a partire dalle nubi di gas e polvere presenti attorno alle giovani stelle[3][4].

Alla sua scoperta il sistema è stato paragonato a Tatooine, pianeta immaginario di Guerre stellari che orbita attorno ad un sistema binario[5][6].

Sotto, un prospetto del sistema di Kepler-47.
Pianeta Raggio Periodo orb. Sem. maggiore Eccentricità
b 2,98 R 49,514 giorni 0,295 UA < 0,035
c 4,61 R 303,158 giorni 0,989 UA < 0,411

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Jerome A. Orosz et al, Kepler-47: A Transiting Circumbinary Multi-Planet System, 27 agosto 2012. arΧiv:1208.5489
  2. ^ Quintana Elisa V., Lissauer Jack J., Terrestrial planet formation surrounding close binary stars, Icarus, volume 185, N. 1, pagg. 1-20, Novembre 2006, doi 10.1016/j.icarus.2006.06.016, bibcode=2006Icar..185....1Q, arxiv astro-ph/0607222 http://arxiv.org/abs/astro-ph/0607222
  3. ^ M. Johnson, J.D. Harrington, NASA's Kepler Discovers Multiple Planets Orbiting a Pair of Stars, NASA.
  4. ^ Si chiama Kepler 47 il primo sistema planetario con due pianeti e due soli
  5. ^ Tatooine-like double-star systems can host planets BBC
  6. ^ How 'Tatooine' Planets Orbit Twin Stars of Kepler-47 Space.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni