Kazakstan Ortalyk koncert zaly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kazakstan Ortalyk koncert zaly
Казахстан ЦКЗ 2011 02.jpg
Localizzazione
StatoKazakistan Kazakistan
LocalitàNur-Sultan
Coordinate51°07′22″N 71°26′30″E / 51.122778°N 71.441667°E51.122778; 71.441667Coordinate: 51°07′22″N 71°26′30″E / 51.122778°N 71.441667°E51.122778; 71.441667
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione2004-2009
Inaugurazione15 dicembre 2009
AltezzaTetto: 40 m
Area calpestabile55000 
Realizzazione
Costo120 000 000,00
ArchitettoManfredi Nicoletti
AppaltatoreMabetex

Il Kazakstan Ortalyk koncert zaly (in kazako: Қазақстан Орталық концерт залы?) è una sala da concerto che si trova accanto al palazzo presidenziale Ak Orda a Nur-Sultan, la capitale del Kazakistan. È stato inaugurato dal Presidente del Kazakistan Nursultan Nazarbayev nel Giorno dell'Indipendenza del Kazakistan, il 15 dicembre 2009.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La forma dell'edificio ricorda la dinamicità dei petali di un fiore come metafora del dinamismo della musica stessa. La struttura esterna dell'edificio è costituita da una serie di pareti inclinate curve in cemento rivestite con pannelli di vetro trasparente retro-verniciato blu. Queste strutture proteggono al loro interno le funzioni dell'edificio dalle severe condizioni climatiche di Nur-Sultan.

Su un totale di 55000  l'edificio ospita tre sale di musica per 3 500, 400 e 200 posti ciascuna, ristoranti, negozi, bar e una hall alta 30 metri che si estende su oltre 3000 . Uno dei concetti principali del progetto, realizzato dall'architetto italiano Manfredi Nicoletti,[1] era infatti quello di creare una piazza interna pubblica a scala urbana capace di accogliere i cittadini di Nur-Sultan per tutto l'anno, indipendentemente dalla presenza di concerti o avvenimenti pubblici.

La sala concerti principale ha un totale di 3 500 posti a sedere ed è una delle più grandi al mondo del suo genere. Questa sala è in grado di ospitare una moltitudine di eventi differenti, concerti di musica classica, rock, pop, balletto, cinema e conferenze grazie alla sua estrema flessibilità acustica. Questa è data da un sistema di tende acustiche e da una particolare conformazione del controsoffitto detta a buco nero, che assorbe la maggior parte delle riflessioni acustiche della sala.

Anche le due sale minori sono state concepite per essere flessibili in quanto possono ospitare sia musica da camera che proiezioni cinematografiche che conferenze.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ edilportale.com s.p.a., Kazakhstan: inaugurato l’Auditorium di Stato di Manfredi Nicoletti, in Archiportale. URL consultato il 29 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN282605504 · WorldCat Identities (ENviaf-282605504
Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura