Katherine Grainger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Katherine Grainger
Katherine Grainger Parade.jpg
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 183 cm
Peso 80 kg
Canottaggio Rowing pictogram.svg
Categoria Senior
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1 4 0
Gnome-emblem-web.svg Mondiali 6 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Dame Katherine Grainger (Glasgow, 11 dicembre 1975) è una canottiera britannica, vincitrice di una medaglia d'oro nel 2 di coppia a Londra 2012 e 3 medaglie d'argento alle Olimpiadi: nel 2 senza a Atene 2004 e nel 4 di coppia a Sydney 2000 e Pechino 2008.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Sydney 2000: argento nel 4 di coppia.
Atene 2004: argento nel 2 senza.
Pechino 2008: argento nel 4 di coppia.
Londra 2012: oro nel 2 di coppia.
Rio de Janeiro 2016: argento nel 2 di coppia.
Aiguebelette-le-Lac 1997: bronzo nell'8.
Milano 2003: oro nel 2 di senza.
Kaizu 2005: oro nel 4 di coppia.
Eton 2006: oro nel 4 di coppia.
Monaco di Baviera 2007: oro nel 4 di coppia.
Poznań 2009: argento nel singolo.
Cambridge 2010: oro nel 2 di coppia.
Bled 2011: oro nel 2 di coppia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi allo sport.»
— 17 giugno 2006[1]
Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi al canottaggio.»
— 28 dicembre 2012[2]
Dama Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Dama Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi allo sport e alla carità.»
— 31 dicembre 2016[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 58014, 17 giugno 2006, p. 17.
  2. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 60367, 29 December 2012, p. 24.
  3. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 61803, 31 December 2016, p. N8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN314816050 · LCCN (ENno2015010600