Karl Weinmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Karl Weinmann (Vohenstrauß, 1873Pielenhofen, 1929) è stato un musicologo, insegnante e teologo tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appartenente alla chiesa cattolica, Weinmann ha studiato dapprima al ginnasio di Amberg e di Ratisbona, dove è stato cantore nel coro della cattedrale, successivamente musica alla Kirchenmusikschule di Ratisbona, teologia a Innsbruck e a Berlino, seguendo contemporaneamente i corsi della Scuola di Musica Sacra.

Durante gli studi nel seminario ha assunto il ruolo di direttore vocale e d'orchestra.

Il 4 giugno 1899 Weinmann è stato ordinato sacerdote a Berlino e nel 1904 è diventato dottore a Friburgo.

Dopo una breve attività pastorale è stato nominato prefetto della scuola di coro (Dompräbende) e della musica della cappella della Cattedrale di Ratisbona, succedendo a Michael Haller, e in seguito maestro di coro del convento teologico di Innsbruck.

Ha insegnato musica sacra, storia della musica, estetica a Ratisbona, ha diretto la Biblioteca Vescovile di Ratisbona e la Scuola di Musica Sacra sempre nella stessa località.[1]

Tra le sue molte attività, si segnalano le sue collaborazioni con riviste e quotidiani importanti, oltre agli incarichi direttivi del Kirchenmusikal Jahrbuck, di Musica Sacra e di Cäcilienvereinsorgan.[1]

Dal 1926 Weinmann è stato coordinatore dell'Associazione Generale Ceciliana tedesca. Nel 1928 è stato nominato membro onorario della Società Palestrina.

Ha inoltre curato la pubblicazione di vari libri di musica religiosa, come ad esempio il Römisches Gradualbuch

Tra le sue pubblicazioni principali, annoveriamo: una Geschichte der Kirchenmusik (1906), che ha riscosso un grande successo ed è stata tradotta in varie lingue, tra le quali l'italiano, per opera di Felini nel (1908); Das Konzil von Trient und die Kirchenmusik (1919).[1]

Pubblicazioni principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Geschichte der Kirchenmusik, (1906; 13.°-15.° miler, 1925) opera tradotta in italiano, inglese, polacco, francese;
  • Karl Proske, der Restaurator der klass, Kirchenmusik (1909);
  • Röm. Gradualbuch, (edizione Vaticana, 1909);
  • Kyriale, (1910), 2ª ed., 1918);
  • Officium defunctorum, (1912);
  • Vesperbuch, (1915);
  • Psalmenuch, (1915);
  • Palestrinas geburtsjahr, (1915);
  • Johannes Tinctoris, (1445-1511) (1917);
  • Stille Nacht, heilige Nacht, (1918);
  • Das Konzil von Trient und die Kirchemusik, (1919);
  • Karwochenbuch, (1924);
  • Die feier der hl. Karwoche, (1925).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Andrea Della Corte e Guido M. Gatti, Dizionario di musica, Torino, Paravia, 1956, p. 690.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Josep Espasa, Enciclopèdia Espasa, vol. 70, 1930, p. 29.
  • (DE) August Scharnagl, K. Weinmann, Wo stehen wir heute in der Kirchenmusik, insbesondere im Cäcilienverein?, in Musica Sacra, nº 1, 1927, p. 50-58.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN888911 · ISNI (EN0000 0001 0862 1328 · LCCN (ENn79116014 · GND (DE122196503
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie